I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Ciampino, Testa: “Dalla Ballico condotta autoreferenziale, nessun confronto con le rappresentanze consiliari”

CIAMPINO (politica) - Il consigliere comunale più votato alle scorse comunali critica il modus operandi della maggioranza 

ilmamilio.it

Dal consigliere comunale Mauro Testa, riceviamo e pubblichiamo.

"Ora basta, l’amministrazione comunale di Ciampino applichi il principio della rappresentatività consiliare e smetta di essere un organo autoreferenziale.

Di solito, in una situazione di emergenza si tenta politicamente di raccogliere le forze e tentare, con la condivisione, la strada della convergenza operativa.

A Ciampino è tutto al contrario e l’amministrazione Ballico agisce a livello autoreferenziale senza considerare minimamente il consiglio comunale, dove siedono persone elette con i voti dei cittadini di Ciampino.

Non si sa nulla di come sono stati distribuiti i soldi pubblici, con quali criteri, e come sono indirizzati gli aiuti perché i consiglieri comunali, ai quali è stato addirittura impedito l’accesso al Municipio, non vengono convocati nelle commissioni consiliari e nei consigli comunali: una vera assurdità tutta ciampinese e targata amministrazione Ballico.

LEGGI Se la sindaca di Ciampino finisce per fare opposizione anche a se stessa

Non sappiamo nulla delle tanto chiacchierate mascherine che sembra vengano distrubuite previa autorizzazione personale e di cosa si sta organizzando a Ciampino per la fase 2 a livello commerciale, sanitario, viabilistico e di mobilità.

Non si conosce la programmazione delle pulizie dei parchi e dei luoghi pubblici e delle sanificazioni effettuate.

Come gruppo siamo stati istituzionalmente corretti ed in piena emergenza abbiamo evitato ostruzionismo per l’approvazione del bilancio di previsione, ma ora ci chiediamo come vengono utilizzate le risorse? E mentre ci giungono voci di pagamento di consulenze, che ci auspichiamo non siano vere, ma che controlleremo e condanneremo qualora dovessero risultarlo, ci chiediamo cosa delle voci di bilancio sono state realmente utilizzate per l’emergenza?

I cittadini hanno bisogno di risposte e non di parole, tra parentesi questa amministrazione si dimostra poco istituzionale e non in linea con la Costituzione Italiana, trasformando parole come Festa della  Liberazione in  Festa della Libertà e la Festa del Lavoro in Festa del Non Lavoro.

Ora basta con i personalismi: Sindaco Ballico e Giunta Municipale basta con la propaganda, restituite ai cittadini la loro rappresentatività consiliare e portateci a conoscenza, se l’avete, della progettualità che avete previsto per i prossimi mesi!".