I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Albano, Moresco: "I comitati di quartiere non possono interagire per la solidarietà, ma un'associazione può"

ALBANO LAZIALE (attualità) - Il segretario del Comitato cittadino per la salute pubblica tuona contro il sindaco

ilmamilio.it

Polemica nel Comune di Albano Laziale. "Che vergogna questo sindaco e i suoi collaboratori dei servizi sociali. Viene emanata un'ordinanza che non rispettano neanche loro", tuona Marco Moresco, segretario del comitato cittadino per la salute pubblica  con manifesto e volantino alla mano.

"Non permette ad altre associazioni e comitati di interagire con la popolazione, per dare un mano, fare azioni di beneficenza- spiega - e poi fa distribuire migliaia di volantini nelle case di Albano, Pavona e Cecchina dove cita un associazione di volontariato privata, vicina ad un componente dell'Amministrazione. Il nostro Comitato per la salute e la sicurezza pubblica, invece, è stato messo subito al bando".

"Inoltre - prosegue - nel suo manifesto di divieto redatto all'inizio dell'emergenza per bloccare sul territorio tutte le associazioni e i comitati a lui sgraditi non vedo nemmeno la Caritas Diocesana - prosegue - ed invece sappiamo tutti il gran lavoro di aiuto e sostegno che sta svolgendo sul territorio di Albano. La politica e la campagna elettorale la stanno facendo loro. Non noi volontari di varie associazioni e comitati umanitari cittadini a cui sono state tagliate le braccia e messi in quarantena da subito dall'ordinanza del sindaco Marini. Il sindaco ci rispondesse in merito, visto che non ha mai voluto conferire col nostro comitato, nonostante le nostre sollecitazioni a farlo ".