I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Nemi, continua l'isolamento dall'esterno di Villa delle Querce, ispettori Asl Rm6 al lavoro. Tamponi a tutti

poliziaLocale nemi villaQuerce ilmamiliNEMI (salute) - La struttura resta una osservata speciale. Per ora non c'è cordone sanitario

ilmamilio.it

Anche oggi gli ispettori della Asl Roma 6 (servizio igiene salute pubblica) stanno lavorando dalle prime ore del mattino presso la clinica Villa delle Quercedi via Nemorense, dove si è verificato un focolaio con circa 21 contagiati di covid tra i pazienti anziani e alcuni tra il personale sanitario.

La clinica, sta collaborando con le autorità preposte, in campo, oltre alla direzione sanitaria della grossa struttura, che ospita oltre 500 pazienti nei vari padiglioni, anche l'amministrazione comunale guidata dal sindaco Alberto Bertucci, la polizia locale e i carabinieri per i controlli saltuari.

Tutto sotto la supervisione della Regione Lazio assessorato alla salute diretto da Alessio D'amato, che è in stretto contatto con il direttore della Asl Roma 6 Narciso Mostarda e il suo staff.

comeDonare ilmamilio

Check point all'ingresso della struttura per tutto il personale, a cui viene misurata la temperatura, parenti e familiari dei pazienti, vengono solo all'esterno per lasciare i vestiti puliti, sono stati isolati in un padiglione a parte tutti i pazienti non covid, e trasformato in solo reparto covid, il decimo piano dove si sono verificati i casi di coronavirus, nella lungo degenza. Si è anche in attesa come dichiarato dal sindaco Bertucci ieri sera, del trasferimento in ospedali covid attrezzati di tutti i pazienti anziani contagiati.

Oggi in struttura si eseguiranno da parte dell'infermiera specializzata gli altri tamponi rimanenti e i secondi per i primi negativi. Al momento non ci sono blocchi o presenze fisse di forze dell'ordine ed esercito, rimane isolata agli esterni come da circa un mese l'intera struttura per precauzione e come richiesto e stabilito dalla Regione Lazio.