I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

"Mascherine fantasma" acquistate dalla Regione Lazio: Fratelli d'Italia Frascati presenta un esposto

FRASCATI (politica) - L'avvocato Igino Mancini: "Coinvolta anche una srl semplificata con sede generica a Frascati"

ilmamilio.it

Il circolo di Fratelli d'Italia Frascati nella persona del suo presidente avvocato Igino Mancini ha presentato nelle scorse ore ai carabinieri di Frascati un esposto per quanto accaduto in relazione al tentato acquisto di milioni di mascherine FFP2 e FFP3 da parte della Regione Lazio. Si tratta del caso balzato agli onori delle cronache nazionali delle "mascherine fantasma".

"Un'azione inevitabile - spiega Mancini - preso atto della enorme gravità e delle vergognose conseguenze provocate dallo scandalo tuttora in corso, per la sottoscrizione di un contratto da parte di "solerti" responsabili della nostra Regione Lazio, con una fantomatica società Eco.Tech. srl dedita fino al mese scorso alla vendita di materiale elettrico, con un modestissimo capitale sociale di euro 10.000  per la fornitura immediata, stante l'urgenza della situazione sanitaria, di mascherine FFP2 ed FFP3 per l'importo vertiginoso di 35.800.000 euro, con versamento, alla sottoscrizione del contratto, tra il 16 ed il 20 marzo scorso, di un acconto di euro 13.000.000 ed impegno a consegnare immediatamente circa 8.000.000 delle predette mascherine".

"Non solo: preso, infatti, ancora atto delle modalità di esecuzione del contratto avvenuto con affidamento diretto e senza alcuna delle garanzie normalmente previste come obbligatorie, quali per esempio l'accertamento e l'analisi delle garanzie prestate dalla ditta individuata, la serietà e la notorietà della medesima, la consegna di una adeguata polizza fideiussoria a garanzia della esecuzione degli impegni presi ecc ecc. Infine, preso anche atto che, nelle predette anomale e a dir poco incaute rappresentazioni della situazione, reiterate per ben tre volte dopo una prima revoca contrattuale avvenuta per mancato adempimento delle consegne nonostante l'incasso già effettuato dell'acconto di euro 13.000.000, è emerso il coinvolgimento nelle vicende sopra indicate, di una società srl semplificata operante sul territorio trascatano e precisamente la P. H. con una sede anonima, nei pressi di una chiesa parrocchiale. (la srl semplificata cui si fa riferimento, secondo un sito specializzato, è una società di servizi di consulenza, avrebbe 1 solo dipendente e con lo stesso nome, in Italia, esistono 2 srl semplificate. La società con sede a Frascati ha un capitale sociale di 500 euro equamente divisi e versati da due soci, due donne, ndr).

Ci siamo visti quindi costretti, stante l'assordante silenzio del tutore della ordine numero uno, il nostro caro sindaco, nonché noto avvocato Roberto Mastrosanti e della sua Giunta tutta, di solito molto pronta alla denuncia di qualsiasi minima anomalia, a presentare il seguente circostanziato e documentato esposto alla Procura della Repubblica di Roma anche per rispetto e condivisione di tutto il personale medico e paramedico che sta subendo danni gravissimi e pagando a prezzo della vita queste assurde carenze ed intollerabili ritardi nell'approvvigionamento di tali semplici e primari mezzi di difesa personale.

LEGGI Mascherine fantasma Regione Lazio, Mastrosanti: "Giunta di Frascati assolutamente estranea, accuse volgari e diffamatorie"

LEGGI "Mascherine fantasma", Angelantoni e Masi: "Che c'entrano Giunta e Consiglio di Frascati?"

Oltre che l'onore e la dignità del nostro comune in cui si anniderebbero indisturbate, il condizionale è d obbligo fino ad avvenuto accertamento, associazioni così perverse ed anti sociali, per dirla al minimo, da commettere tali scelleratezze", conclude l'avvocato Igino Mancini.

Nelle scorse ore, per bocca del presidente Nicola Zingaretti, la Regione Lazio ha rescisso il contratto con la Eco.Tech srl (LEGGI).

 

comeDonare ilmamilio