Informativa
 
Noi e alcuni partner selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili come specificato nella cookie policy.

Per quanto riguarda la pubblicità, insieme ad alcuni partner selezionati, potremmo utilizzare dati di geolocalizzazione precisi e fare una scansione attiva delle caratteristiche del dispositivo ai fini dell’identificazione, al fine di archiviare e/o accedere a informazioni su un dispositivo e trattare dati personali (es. dati di navigazione, indirizzi IP, dati di utilizzo o identificativi univoci) per le seguenti finalità: annunci e contenuti personalizzati, valutazione dell’annuncio e del contenuto, osservazioni del pubblico; sviluppare e perfezionare i prodotti.

Puoi liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso, in qualsiasi momento non proseguendo nel sito od acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie chiudendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, interagendo con un link o un pulsante al di fuori di questa informativa o continuando a navigare in altro modo.

Grottaferrata, per la sua Giunta Andreotti prende in mano la monetina e decide (pure) lui

GROTTAFERRATA (politica) - Squadra praticamente fatta, manca solo il nome individuato dal sindaco per la seconda donna. "Con Voi" e "Prima Grottaferrata" restano fuori dall'Esecutivo, "Il Faro" ottiene il massimo col minimo sforzo

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

E' un incastro sempre più complicato perché se l'accordo pre-elettorale, com'è normale che fosse, prevedeva una rappresentatività in Giunta di  tutte le liste che avevano composto la coalizione di Luciano Andreotti, andrà a finire che la "monetina del testa o croce" (LEGGI l'articolo).

Proviamo a mettere ordine e, come a Mastermind, a comporre i pezzi della squadra che dovrà accompagnare il sindaco nella sua azione di governo.

Individuati ed "accesi" sono almeno due nomi: quello di Claudio Vergati (assessore alla Cultura e vicesindaco) e quello di Alfredo Annese, entrambi individuati dal sindaco ed attribuibili proprio in quota della sua lista. Due nomi di altrettanti esponenti di età matura e di provata esperienza nel settore nel quale saranno chiamati ad operare. In quota della medesima lista, la lista Andreotti sindaco, c'è però anche Francesca Rocci, la prima delle due donne che dovranno obbligatoriamente entrare nell'Esecutivo.

Chi potrebbe aver "mollato" è la lista "Prima Grottaferrata" che in Consiglio ha eletto Alessandro Cocco e che, almeno a leggere un post su Facebook, avrebbe rinunciato alla poltrona pattuita in Giunta prima delle elezioni. A quale prezzo saranno i prossimi mesi a dirlo.

Gli ultimi due nomi della Giunta, accendibili a stretto giro, sarebbero quelli di Mirko Di Bernardo (Il Faro) e quello della seconda donne che, in mancanza di un accordo tra le liste, potrebbe essere nominata dalla stesso sindaco.

A secco nell'Esecutivo resterebbero così dunque la lista "Con Voi" (che avrà comunque la presidenza del Consiglio di Francesca Maria Passini e la delega all'attuazione del programma per Marco Bosso, unico esponente della maggioranza ad essere stato già in Aula) e la già citata "Prima Grottaferrata". Massimo rendimento col minimo sforzo invece per la lista del Faro che con appena 243 voti complessivi ottiene un consigliere (Marina Scopesi) ed un assessore. Niente male, un vero e proprio colpo gobbo che promuove il fin qui ininquadrabile Di Bernardo.

Il dado è insomma quasi tratto, all'apello manca sostanzialmente un solo nome e, ovviamente, l'esatta ripartizione delle deleghe. Tornando al Mastermind, dunque, abbiamo 1 pallino nero (Vergati alla Cultura), 3 pallini bianchi (gli assessori Rocci, Annese e Di Bernardo) e un quinto nome tutto da scoprire.

Al di là di tutto c'è poi da chiedersi: un equilibrio politico del genere, con un Consiglio comunale ad alta inesperienza e sostanzialmente nelle mani di Marco Bosso, è destinato a tenere?