I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Grottaferrata, alla Cartiera un cumulo di rifiuti abbandonati da gennaio. Fontana: “Il terreno è del Comune, nessuno interviene”

GROTTAFERRATA (attualità) - L'ex sindaco accende l'attenzione nuovamente sulla questione

ilmamilio.it

Nell’area attigua all'ex Cartiera (storico immobile di proprietà privata, sotto vincolo dei beni culturali e abbandonato da oltre un secolo), a poche centinaia di metri dal centro abitato e dall'Abbazia di San Nilo, un cumulo di rifiuti abbandonati giace dal mese di gennaio scorso. Una sorta di discarica già denunciata a suo tempo dal consigliere comunale Massimo Garavini.

Sulla vicenda interviene ora, dalla sua pagina social, l’ex sindaco Giampiero Fontana: “Una visura catastale del 3 aprile indica che il terreno su cui sono stati scaricati abusivamente i rifiuti e' proprietà del comune. Era il 12 gennaio quando e' apparsa la prima notizia in cui si denunciava lo stato di degrado del sito. Trascorsi quasi tre mesi nessun intervento e' stato disposto dall'amministrazione comunale, quell'amministrazione che, invece, emette incomprensibili ordinanze "a tappeto" per la derattizzazione obbligatoria di aree condominiali o attigue ad esercizi commerciali. Un'amministrazione che acconsente alla sospensione, causa emergenza sanitaria (?), della manutenzione delle aree verdi pubbliche (forse zecche, rettili e quant'altro sono meno pericolosi delle minacciose quanto fantomatiche schiere di ratti in marcia sulla città?)”.

“Quella stessa amministrazione comunale -prosegue - che non pretende la corretta implementazione del servizio degli ispettori ambientali, pagato e previsto dal contratto di appalto della raccolta rifiuti, mai attuato nei termini prescritti. Quell'amministrazione che si vantava di aver spezzato le reni ai "misteriosi" individui che abbandonavano i rifiuti per strada, facendo installare telecamere con controllo da remoto, per una spesa di oltre 10.000,00 euro, ai fini della videosorveglianza delle zone in cui continua a verificarsi il vergognoso fenomeno dell'abbandono di rifiuti . La stessa amministrazione – prosegue - che ha speso ben 24.400,00 euro per le investigazioni sui rifiuti abbandonati da parte degli 007 privati...”

“Quale credibilità? - conclude l’ex sindaco - la città attende urgenti e motivate risposte (oltre all'immediata rimozione dei rifiuti abbandonati sul terreno comunale)”.

Commenti   

0 #2 noicheNON 2020-04-08 14:05
crediamo alle coincidenze e neppure al destino, ci chiediamo: chi è il "promnestria" capace di convincere i diversamente politici di Grottaferrata ad un'alleanza impossibile?
Quali sono i profitti che ne ricaveranno?
Intanto a leggere l'EX 2014 e i senza rete (EX delegato e ex consiglieri di maggioranza) sull'affaire monnezza, la "pronuba" c'è già stata
Questi&queste non hanno inventato nulla, già i greci e i romani li studiavano da tempo
I profitti chi li riceverà?
Studiate gente, studiate
Citazione
0 #1 specchiospecchio 2020-04-08 08:29
delle mie brame, la sintomatologia si è modificata?
A leggere solo (per fortuna) gli EX senza pace ci si chiede: perché lo fanno?
Ci chiediamo anche se quelli che entravano in un bar e chiedevano un caffè in tazza grande, macchiato con latte senza lattosio, tiepido e senza schiuma, a casa propria come se la cavano? La carenza sta giocando brutti scherzi ai caffeinomani
E ai politicanti indefessi ?
"meno male che ilmamilio c'è ;-) :lol: "
Citazione