I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Grottaferrata, Pavani e Garavini vogliono chiarimenti sull’appalto da 32 milioni dei rifiuti. Scritta interrogazione, interpellata Anac

Grottaferrata, per l'appalto da 35 milioni sui rifiuti il Comune ...GROTTAFERRATA (attualità) – Il consiglio comunale non si celebra dal dicembre 2019, ben prima dell’emergenza Covid in Italia

ilmamilio.it

I consiglieri comunali Veronica Pavani e Massimo Garavini hanno proceduto con ‘richiesta urgente’ ad una interrogazione sul Bando di gara per l’affidamento del “Servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani con il sistema del porta a porta ed altri Servizi attinenti nel Comune di Grottaferrata, per la durata di 10 anni”, dal valore di € 32.504.069,65.

I consiglieri, in premessa, affermano che successivamente alla data di presentazione di alcune mozioni si sono svolte altre sedute di Consiglio comunale (l’assise qui a Grottaferrata comunque non si riunisce dal dicembre del 2019, ben prima dell’emergenza Covid19) ma, ciò nonostante, l’atto di indirizzo non è stato ancora discusso, né ai Consiglieri è stata data risposta alle raccomandazioni sull’argomento.

Nelle Mozioni si impegnavano Sindaco e Giunta all’immediata adozione di una Delibera che annullasse la Delibera riguardante il nuovo appalto, mantenendo gli indirizzi della Delibera del Commissario Straordinario coi poteri del Consiglio comunale (ripristinando il rapporto con la C.U.C. e svolgendo al suo interno il Bando di gara anziché in forma autonoma).

Le citate Mozioni non votate/discusse pongono al Sindaco i seguenti quesiti:

1 - Il Servizio degli Ispettori ambientali, previsto dall’affidamento di cui al Contratto d’Appalto e regolamentato con Delibera del Commissario Straordinario, è stato attuato nei termini previsti? Ed a partire da quale data?

2 - La Delibera di Giunta n. 74/2019, inerente agli indirizzi di cui alla Delibera del Commissario Straordinario è legittima?

3 - Quali sono le cause, oggettivamente non dipendenti dall’Amministrazione comunale, dei 18 mesi impiegati per pubblicare il bando di gara?

4 - Le 2 “proroghe tecniche” sono legittime? E inoltre: - perché nella Determina n. 15/2020 non è menzionata la prima proroga? - E’ veritiera la dichiarazione contenuta nella medesima Determina n. 15/2020, per cui “l’attuale esecutore ha eseguito, sinora, la gestione del servizio in maniera efficace ed efficiente senza incorrere in contestazione alcuna”? Sono escluse figure di “trattativa privata non consentita” ?

5 - Quali percentuali di raccolta differenziata ha raggiunto il Comune di Grottaferrata negli anni 2017, 2018 e 2019, in rapporto al Capitolato Speciale d’Appalto ed alla “Perizia di variante per variata distribuzione della spesa senza aumento della spesa” di cui alla Determina n. 350/2017? E inoltre, sono esclusi profili di danno erariale per eventuale mancata esecuzione degli obblighi sanciti nel Capitolato Speciale d’Appalto/nella Perizia di Variante?

6 - A quanto ammonta il costo della piattaforma telematica, acquistata dal Comune per gestire le procedure di gara ed attiva dal 19/8/2019? E inoltre, a quanto ammontano gli ulteriori costi sostenuti/da sostenere per l’espletamento dell’intera procedura di gara, inclusi gli incentivi al personale per funzioni tecniche?

7 - Considerate le prescrizioni dell’art. 168, comma 2 del “Codice degli Appalti” e la decennalità dell’affidamento, quali sono i dati oggettivi, rispetto al piano economico-finanziario, che comprovano: - l’esattezza dell’arco temporale necessario al recupero degli investimenti, da parte del Comune; - i criteri di ragionevolezza, la remunerazione del capitale investito e gli investimenti necessari per conseguire gli specifici obiettivi contrattuali; - l’effettiva rispondenza degli investimenti presi in considerazione con quelli effettivamente sostenuti dal Comune, tanto iniziali che in corso di concessione?

8 - La nomina della Commissione giudicatrice di cui alla Determina n. 69/2020 è in linea con le prescrizioni dell’art. 77 del “Codice degli Appalti”? Sono escluse cause di incompatibilità dei Commissari/del Presidente designati?

“I contenuti delle Mozioni ed i quesiti posti nelle raccomandazioni e nell’Interrogazione – affermano Garavini e Pavani - sono direttamente/indirettamente correlati alla regolarità delle procedure di svolgimento del Bando di gara in oggetto del valore di oltre 32 milioni di euro (commessa pubblica più alta nella storia del Comune di Grottaferrata).

Con Determinazione dirigenziale n. 141 del 27/02/2020 è stata aggiudicata la gara alla Società Tekneko Sistemi Ecologici Srl. Contestualmente è iniziato il termine dilatorio della durata di 35 giorni, con scadenza in data 2 aprile. “E’ quanto mai necessario che, preliminarmente all’eventuale stipula del contratto di Servizio con la Società – spiegano i due - il Consiglio comunale possa svolgere la peculiare attività di indirizzo e controllo, esercitando le funzioni attribuitegli per legge anche e soprattutto a garanzia e tutela dell’Ente, considerato altresì che la materia oggetto di commessa pubblica riguarda un Servizio primario quale quello dell’Igiene urbana”.

Nel frattempo, con Determinazione dirigenziale n. 15 del 14/01/2020, è stato ulteriormente prorogato al 31/07/2020, il Contratto d’Appalto Rep. n. 6691 del 16/04/2014 stipulato tra il Comune e la Tekneko Sistemi Ecologici Srl, nelle more dell’espletamento della gara.

Garavini e Pavani chiedono al Sindaco ed al Segretario Generale di Grottaferrata che siano sospese le procedure per la stipula del nuovo Contratto d’Appalto; alla Prefettura di Roma di attivare le opportune azioni volte a verificare la legittimità della Delibera di Giunta n. 74/2019; alla Corte dei Conti di avviare un’istruttoria tesa all’accertamento della congruità dell’azione del Comune di Grottaferrata rispetto al perseguimento della corretta gestione dei Servizi di igiene urbana e gestione integrata dei rifiuti solidi urbani sul territorio comunale di cui al d’Appalto Rep. n. 6691 del 16/04/2014 stipulato tra il Comune e la Tekneko Sistemi Ecologici Srl, in proroga tecnica al 31/07/2020. In caso di ritenuta sussistenza dei suddetti elementi, promuovere un giudizio contabile nei confronti dei ritenuti responsabili. E’ stato chiesto all’ANAC: di avviare un’istruttoria volta all’accertamento della congruità dell’azione del Comune di Grottaferrata, rispetto alla corretta applicazione dei principi enunciati.

 

 

Commenti   

0 #1 Grottaferratamia 2020-04-06 22:38
Cosa ha impedito ai signori consiglieri comunali Pavani e Garavini a presentare una mozione di sfiducia?
Citazione