I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Ciampino, Diritti in Comune: “Agire subito per sostegno fragilità sociali. Stop a propaganda politica”

CIAMPINO (politica) - Polemiche sulle esternazioni del sindaco Ballico

ilmamilio.it - nota stampa

Riceviamo e pubblichiamo una nota di Diritti in Comune sulle ultime misure del governo a sostegno dei cittadini fragili.

“Sulle ultime misure di sostegno varate dal governo, il Sindaco Ballico e l’Assessore Bottacchiari in piena sintonia con i propri referenti politici nazionali, non trovano meglio da fare che lanciarsi nella squallida ed inutile propaganda politica, dimostrando tra l’altro di avere seri problemi con la matematica”.  E’ quanto si legge in una nota diffusa da Diritti in Comune.

“Evidente che si tratta di una prima parziale risposta – si legge nella nota – per affrontare le conseguenze sociali, che l’emergenza sanitaria legata al coronavirsus sta producendo su fasce consistenti della popolazione. Risorse certamente limate ed insufficienti, che sono destinate non indistintamente a tutti i cittadini, ma alle fasce meno abbienti della popolazione, quelle maggiormente esposte alla crisi economica e lavorativa in corso”.

GIERREauto 0220

“E qui - proseguono quelli di Diritti in Comune - diventa fondamentale l’azione dei Comuni, chiamati a conoscere e monitorare con molta attenzione le fragilità sociali che investono la propria comunità, attivando le misure più idonee e dirette per sostenere le famiglie in difficoltà. Ci aspettiamo che nelle prossime ore, quella responsabilità ed unità d’intenti più volte strombazzata in questi giorni, possa diventare espressione concreta”. 

“Il Sindaco – conclude la nota - convochi subito un tavolo istituzionale con tutte le forze rappresentate in Consiglio comunale, la protezione civile e le reti del volontariato, perché nelle prossime ore si possano mettere rapidamente in campo strumenti e azioni comuni per venire in contro alle tante famiglie che in questo territorio vivono un grande momento di difficoltà. Diritti in comune è già al lavoro con la rete dei soggetti sociali e del volontariato, per costruire una risposta in questo senso ed è pienamente disponibile a fare la sua parte”.