I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Tutti quei nonni senza nipoti, tutti quei bambini senza nonni

nonno nipote ilmamilioFRASCATI (attualità) - Tempi di coronavirus, maledetti e strazianti

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Questo pomeriggio in una delle case del palazzo davanti al mio è arrivato un nonno. Che è venuto a trovare la figlia (o il figlio) ed il nipote.

Lui ed il ragazzino di 6 anni si sono messo a giocare a pallone, nel cortiletto davanti casa. Che non so manco se si poteva, perché, ai tempi prima del virus, giocare a pallone in cortile era severamente vietato.

Non so se era più contento il ragazzino, che prendeva rincorse lunghe venti metri prima di arrivare quasi sfiancato a colpire il pallone arancione (il SuperSantos, che ha sempre tenuto il vento molto meglio del SuperTele restando da sempre un surrogato, a bassa grammatura, del Tango) o il nonno. Che il pallone non lo prendeva e manco lo guardava, perché guardava il ragazzino che non vedeva da un mese. O il più contento forse era il pallone stesso che andava a rompere questo struggente silenzio surreale nel quale ci siamo rinchiusi, schiantadosi sulla rete.

super santos ilmamilioNon so, ma a me sono parsi tutti contenti.

E così - ma non so manco se loro avrebbero potuto farlo - ho pensato ai nostri figli ed ai nostri nonni. Ed a quelli, i nonni (ma anche qualche figlio, magari più cresciuto) che non ci sono più. Quelli che se ne sono andati in questi giorni, da soli. Tanto soli che i parenti, nipoti compresi, lo hanno saputo a cose fatte. A respiro interrotto.

Ho pensato che quel pallone, quel ragazzino e quel nonno erano un po' quello che vorremmo più di tutto in questi giorni maledetti. Un pizzico di straziante normalità dove un nonno, una nonna, vanno e abbracciano figli e nipoti. Ed i nipoti, smoccolando, si beccano l'abbraccio e vogliono al tempo stesso liberarsene.

Sono strani maledetti tempi di nonni senza nipoti e di nipoti senza nonni. Anche di nipoti senza più nonni.

E ad andarsene, sono tanti, sono troppi. Davvero troppi.

GIERREauto 0220