I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

STORIE - Michael Ende, “La storia infinita” nata a Genzano di Roma

storia infinita ilmamilioGENZANO (storie) - Una incredibile storia, umana e letteraria

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Leggere è un'attività umana che caratterizza la nostra specie fin dalla nascita della Storia, facciamo infatti coincidere la nascita della Storia proprio con la scrittura, che inizialmente era utilizzata solo per fare conti e tenere liste economiche e burocratiche, ma poi ci ha aperto orizzonti infiniti. Proprio come “La storia infinita”, romanzo immortale che l'autore Michael Ende scrisse a Genzano di Roma, ispirandosi anche a questa località.

Il racconto, di genere fantastico, narra le avventure di Bastian un ragazzo impacciato ma dalla nascosta indole eroica, e Morla, la tartaruga gigante da cui si reca Atreiu (il protagonista guerriero del libro ritrovato dal ragazzo); quest'ultimo personaggio è ispirato al Montegiove, il colle Genzanese su cui si affacciava la finestra della sua camera da letto.

GIERREauto 0220

Ende, infatti, visse a Genzano dal 1971 al 1985, in un villino proprio in via Monte Giove, incredibilmente vicino alla dimora di un altra colonna della letteratura tedesca del ‘900: René Gustav Hocke, storico e storiografo del Manierismo.

In questa magnifica opera, che è stata anche riadattata dalla Disney nel 1984, Bastian, un ragazzino orfano di madre, trova un libro misterioso, che narra per l'appunto “La storia infinita”: questo libro inizia a prendere vita nella sua, scrivendosi mano mano che lui la legge, finchè lui stesso noo inizierà ad influire sugli eventi della narrazione stessa. Questa esperienza sarà per lui un viaggio nel mondo chiamato Fantàsia, uno strumento di maturazione e di riscatto.

storia infinita1 ilmamilio

Possiamo certamente considerare “la Storia infinita” un romanzo di formazione dal momento in cui Bastian, è vittima di scherno e derisione (di bullismo diremmo oggi) e dovrà fare un viaggio immaginifico fuori e dentro se stesso per trovare coraggio e maturare la sua crescita.

Ende fu autore anche di altri importanti e splendidi romanzi come “Momo”, “Lo specchio nello specchio”, “La favola dei saltimbanchi”.

michael ende ilmamilioQuando il nazismo si abbattè sulla sua vita, Ende decise di avviare una resistenza antinazista per mezzo dell'arte e della scrittura, e della speranza nei bambini nei quali riponeva la fiducia per un nuovo tipo di educazione, un modello pedagogico di pace e cultura che potesse arginare istinti brutali e crudeltà umana.

Quando sua moglie morì tornò in Germania dove scomparve anche lui dopo una lunga malattia.

Ma “La storia infinita” continua.