I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Fratelli d'Italia Frascati: "Potenziare sanità locale. Il sindaco cerchi e distribuisca mascherine agli anziani"

FRASCATI (politica) - Una nota del circolo cittadino

ilmamilio.it

Da Fratelli d'Italia Frascati riceviamo e pubblichiamo.

"Appoggiamo quanto indicato nel comunicato del coordinatore di FI di Frascati Alessandro Spalletta ricordando a tutti che siamo stati noi di Fratelli d'Italia i primi a suggerire l’utilizzo del laboratorio dell’Ospedale di Genzano. Ma a questo uso va aggiunta la fornitura dei necessari di tamponi da fare alla popolazione dei Castelli Romani a tappeto a spese dei Comuni, che potrebbe così essere rapidamente controllata, e forniti dalla Asl RM6.

LEGGI Covid 19, Forza Italia chiede chiusura completa Castelli romani e riattivazione ospedali di Marino e Genzano

GIERREauto 0220

A Frascati poi invece di dover sopportare gli inutili suggerimenti del sindaco per una buona lettura e la cottura di buoni pranzetti per stare a casa, perché seppure col bilancio sfondato non si preoccupa di acquistare o far arrivare mascherine da distribuire gratuitamente a cominciare dagli anziani più a rischio, ai disabili e alle cassiere dei supermercati che ci implorano di far sapere che queste non vengono consegnate dai gestori e che utilizzano, a volte, sempre le stesse cambiando gli assorbenti femminili che mettono all’interno che fanno loro mancare il respiro se utilizzati per lunghi periodi.

LEGGI Coronavirus: nella farmacia comunale di Frascati mascherine a 3,5 euro l'una

Protezione Civile e CRI vengano chiamate a controllarne la distribuzione insieme a vigili evitando di pensare a proposte di vendita da parte di chi non è autorizzato. ed aiutare l’operazione di schedatura dei tamponi eseguiti e della distribuzione delle mascherine. Organizzare piccole task force di supporto è necessario per impegnare il mondo del volontariato e di chi è disponibile a partecipare, medici laureandi e infermieri in formazione tra i primi".