I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Le deforestazioni sono la causa della diffusione di pandemie come il coronavirus

CASTELLI ROMANI (attualità) - Oggi 21 marzo è la giornata mondiale delle foreste e mai come di questi tempi è necessario celebrarla

ilmamilio.it - contenuto esclusivo 

Il Wwf ha lanciato un monito importante che noi, ma soprattutto chi ci governa deve accogliere. Le foreste rappresentano non soltanto il polmone della terra per l'ossigeno che producono, ma la loro salvaguardia, il rispetto della biodiversità, sono fondamentali per prevenire pandemie come quella che stiamo vivendo. In un Rapporto appena pubblicato dal titolo 'Pandemie, l'effetto boomerang della distruzione degli ecosistemi', il Wwf evidenzia in particolare che "i cambiamenti di uso del suolo e la distruzione di habitat naturali come le foreste sono infatti responsabili dell'insorgenza di almeno la metà delle zoonosi emergenti". Per zoonosi si intende le infezioni come il coronavirus, quei virus che hanno fatto il salto di specie, lo "spillover", da un animale all'uomo. Ciò avviene perché il virus che in condizioni fisiologiche non sarebbe mai venuto in contatto con l'uomo, non sarebbe mai uscito dal proprio habitat, la foresta appunto, ma a causa di deforestazioni per costruire strade, per creare coltivazioni intensive, per catturare animali selvaggi destinati alla tratta, è stato fatto fuoriuscire dal suo ambiente ed è entrato in contatto con gli esseri umani e li ha contagiati. E lo ha fatto con la violenza che stiamo vivendo oggi sulla nostra pelle, perché non abbiamo le difese per sconfiggerlo.

GIERREauto 0220

Questo lo si sapeva già ma forse non è bastato. Si pensi che oggi quasi la metà della superficie forestale che abbracciava e proteggeva il nostro Pianeta, non esiste più: si stima, infatti, che rispetto ai 6.000 miliardi di alberi che abbracciavano la terra all'inizio della rivoluzione agricola, oggi ne restino circa la metà, 3.000 miliardi. Inoltre, solo la deforestazione produce dal 12% al 20% delle emissioni di gas serra e questo la rende una delle cause principali del riscaldamento globale. Altro dramma ambientale di cui siamo responsabili e vittime.

Leggi il report wwf:

https://www.wwf.it/perdita_biodiversita.cfm