I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Asd Grottaferrata calcio a 5 (serie D), Cicero: “Il nostro sogno è portare questo club in serie B”

GROTTAFERRATA - L’emergenza Coronavirus ha fermato anche il calcio a 5 e nello specifico il campionato di serie D che si stava facendo molto interessante per l’Asd Grottaferrata calcio a 5.

La squadra criptense di mister Ivano Checchi, reduce dal beffardo pareggio subito in extremis sul campo della capolista Blaugrana al termine di una splendida partita, avrebbe dovuto giocare venerdì scorso il match interno contro l’Atletico Montecompatri e invece il torneo è stato stoppato (almeno) per due settimane. Vincenzo Cicero Santalena, giocatore e vice presidente del club castellano, ne approfitta per fare il punto della situazione: “E’ il nostro primo anno di attività e la nostra prima esperienza nel mondo del futsal. Siamo molto contenti del rendimento della squadra fino a questo momento: nella prima parte, ovviamente, ci sono state alcune difficoltà. Ma da dicembre, con l’arrivo di ragazzi di categoria superiore e grazie anche all’approdo di mister Checchi, il gruppo ha chiaramente cambiato passo e al momento è terzo in classifica a due punti dalla Visual Technology che però ha giocato una gara in più. Il primo posto è complicato da raggiungere, ma la squadra deve fare il massimo per raggiungere la migliore posizione possibile e poi giocare un play off da protagonista”.

La pausa forzata del campionato consentirà a Cicero di tornare in gruppo: “Ho subito un brutto infortunio muscolare a fine novembre, ma ormai dovrei essere prossimo al rientro. Dopo aver giocato per tanti anni a calcio, questa è la mia prima esperienza da giocatore nel calcio a 5 e devo dire che è una disciplina molto affascinante”. Cicero veste poi i panni di vice presidente e parla sia del suo rapporto con il massimo dirigente Manuel Masi, sia delle ambizioni della società criptense: “Sono il cognato di Manuel e tra noi c’è totale condivisione di idee. Era già qualche mese che volevamo creare questo club e lo abbiamo fatto non per “passatempo”, ma per provare ad essere competitivi. Vogliamo fare il salto in serie C2, ma il sogno a lungo termine sarebbe quello di arrivare nelle categorie nazionali”.

GIERREauto 0220