Informativa
 
Noi e alcuni partner selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili come specificato nella cookie policy.

Per quanto riguarda la pubblicità, insieme ad alcuni partner selezionati, potremmo utilizzare dati di geolocalizzazione precisi e fare una scansione attiva delle caratteristiche del dispositivo ai fini dell’identificazione, al fine di archiviare e/o accedere a informazioni su un dispositivo e trattare dati personali (es. dati di navigazione, indirizzi IP, dati di utilizzo o identificativi univoci) per le seguenti finalità: annunci e contenuti personalizzati, valutazione dell’annuncio e del contenuto, osservazioni del pubblico; sviluppare e perfezionare i prodotti.

Puoi liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso, in qualsiasi momento non proseguendo nel sito od acconsentire all’utilizzo di tali tecnologie chiudendo questa informativa, proseguendo la navigazione di questa pagina, interagendo con un link o un pulsante al di fuori di questa informativa o continuando a navigare in altro modo.

Il coronavirus tiene i bimbi a casa? Le maestre della "Munari" inviano video e messaggi Whatspp con i "compiti"

maestre munari grottaferrata ilmamilioGROTTAFERRATA (attualità) - Molti i docenti che si stanno organizzando in queste ore. Il caso del plesso dell'infanzia dell'Istitito comprensivo San Nilo

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Il coronavirus costringe i bambini ed i ragazzi a non andare a scuola?

E fino al 15 marzo come si farà?

Sono molti gli insegnanti che, in queste ore, ognuno secondo il livello dei propri studenti, si stanno dando da fare per consentire anche in questi giorni di vacanza forzata (che chiaramente agli alunni non dispiacciono affatto) di avere un minimo di continuità didattica.

C'è chi lo sta facendo assegnando in queste ore compiti e ricerche, chi sta organizzando lezioni on-line.

GIERREauto 0220

In una delle sezioni della scuola d'Infanzia "Munari", uno dei plessi dell'Istituto comprensivo San Nilo di Grottaferrata, le maestre Stefania e Ombretta (nella foto) hanno deciso di far "lavorare" i propri piccoli alunni inviando, giorno per giorno, un piccolo compito da svolgere insieme ai genitori.

Le "lezioni" arrivano via Whatspp: in realtà si tratta di filmati e di messaggi vocali con le istruzioni da seguire. Compresa la ripetizione della poesia per il papà. Video e messaggi vocali così circolano nel gruppo dei genitori che, davvero, hanno gradito l'iniziativa. Dai bimbi, impegnati a giocare, ancora non si hanno feedback.

Ma l'iniziativa, avviata oggi col "giorno 1", è appena alle primissime battute.