I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Genzano, al 'Pertini' lo sport entra a scuola contro ogni forma di bullismo

 
  • GENZANO (attualità) - Incontri con professori e studenti
     
    ilmamilio.it
     
    “K.O. al bullismo”. A Genzano lo Sport entra a scuola contro ogni forma di bullismo: questo lo slogan di professori e studenti dell'istituto superiore scolastico "Pertini".
     
    'K.O. al bullismo' è un progetto che mira a sradicare, con debita pazienza, i comportamenti  discriminatori e gli atteggiamenti di violenza fisica e psicologica propri dei contesti sociali e cyber-sociali riservati ai giovani, sottolineando come lo sport possa essere lo strumento migliore  per coinvolgere i ragazzi e sottrarli da tante nocive deviazioni. L’associazione nasce da un’idea del professor Alessandro Cianfanelli, docente di scienze presso l’Istituto Sandro Pertini di Genzano, ed il maestro Danilo Costantini, esperto istruttore di pugilato e direttore tecnico del centro sportivo DANILO BOXE. I due, professore e istruttore, con gli incontri nella scuola, cercano di inserire gli altissimi valori dello sport in un ambiente delicato e a volte difficile, dal punto di vista sociale e relazionale, come quello scolastico giovanile .
     
    "Tutti insieme proviamo ad offrire un’alternativa a tutti quei comportamenti frutto di un disagio sociale o psicologico, che troppo spesso sfociano in violenza di vario tipo verso chi viene visto come più debole o indifeso", hanno detto i due promotori dell'iniziativa sociale scolastica sportiva .
     
    Il Bullismo è una piaga sociale, soprattutto nelle scuole, perché contemporaneamente crea due vittime, ovvero chi subisce atteggiamenti violenti e il bullo stesso, che schiavo e intrappolato nelle sue frustrazioni non fa che perseverare nella sua spirale di violenza della quale appunto egli stesso rimarrà vittima, vuoi per conseguenze penali, fisiche o psicologiche. Insieme il maestro ed il professore mostrano che un’alternativa a tutto ciò è possibile: lo Sport, sotto qualsiasi forma.
     
    "In particolare tutti quegli sport da combattimento, che al di là delle superficiali generalizzazioni con cui si definiscono “sport violenti”, posseggono invece quella sanissima componente fatta di lealtà, disciplina, rispetto per le regole e per l’avversario, forza di volontà e determinazione, che insegnano agli atleti molto più che il benessere fisico, ma un vero e proprio sano modello di comportamento e di vita, . Lo Sport non fa solo bene al proprio corpo” - dice sempre il Maestro Danilo Costantini - “ma anche e soprattutto alla mente! Un vero sportivo, professionista o amatoriale che sia, difficilmente prenderà una cattiva strada. Avvicinarsi ed appassionarsi ad uno sport sin da giovani, non può che aiutare a crescere con sani valori” .
     
     
    Insieme, quando invitati nelle scuole, portano questi ideali tra i ragazzi, parlando prima di tutto di cosa sia realmente il Bullismo, accompagnati nel discorso da esperti nel settore e psicoterapeuti ma anche da un rappresentante delle Forze dell’ordine in divisa che ricorda anche i risvolti penali di un incivile comportamento. Nel nutrito gruppo poi intervengono esperti atleti di varie discipline che mostrano le tecniche e le abilità acquisite con anni di sacrifici e disciplina. I ragazzi poi vengono invitati a provare tutte le tecniche con grande divertimento ed apprezzamento.
     
    “Gli studenti rimangono sempre molto soddisfatti da questo tipo di incontri ed il riscontro positivo all’interno delle classi è sempre evidente. Sia nel comportamento tra alunni ed istituzione scolastica, sia tra gruppi di alunni diversi tra loro” - racconta il Prof. Alessandro Cianfanelli, che poi ribadisce -  “ecco perché ritengo sia fondamentale che le Istituzioni e la Politica del territorio dei Castelli Romani comincino a pensare seriamente di seguire e affiancare con tenace collaborazione e supporto quegli Istituti Scolastici Pubblici, come il Pertini, che dovessero decidere di sperimentare un Indirizzo Sportivo tra la propria offerta didattica. Sarebbe fondamentale che già a partire dalle giunte comunali si dia quella spinta o incoraggiamento per la nascita di un Liceo Sportivo Statale o un Istituto Tecnico Economico ad indirizzo Sportivo Statale che possa essere a disposizione della comunità gratuitamente e non solo privatamente”.
     
    'K.O. al Bullismo', come associazione, sta anche per lanciare un nuovo progetto territoriale sui comuni di Ariccia e Genzano, dove grazie all’aiuto di bravi e volenterosi studenti delle scuole superiori, si darà un aiuto nello svolgimento dei compiti pomeridiani a tutti quei bambini delle scuole elementari e medie più in difficoltà che vorranno venire nelle nostre sedi. Il Maestro Danilo ed il Prof. Cianfanelli saranno lì a conoscere ed aiutare i ragazzi a socializzare e creare un magnifico gruppo.