I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

STORIE - Villa Aldobrandini a Frascati e il... maestoso monte greco

villaAldobrandini epoca2 frascati ilmamilioFRASCATI (storie) - La sala del Parnaso è uno dei luoghi, tra i tanti, più straordinari della dimora

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

"Ben difficilmente una villa può trovarsi in una posizione più deliziosa" disse il filosofo tedesco Wolfgang Goethe di questo superbo edificio.

Dal XIV secolo le più influenti famiglie gentilizie romane come i Falconieri, Lancellotti, Torlonia, o in questo caso gli Aldobrandini, decisero di costruire le loro residenze di villeggiatura nell’area dei Castelli Romani. Il clima mite, lo splendore panoramico, la rigogliosità della natura, ma anche la vicinanza con Roma, rendevano questo territorio ideale. Villa Aldobrandini a Frascati, conosciuta anche come Villa Belvedere per via del suo panorama è una delle più sontuose ville di Frascati.

Gli Aldobrandini furono una nobile famiglia originaria di Firenze, e molti suoi esponenti fin dal Medioevo ricoprirono importanti cariche ecclesiastiche, nel campo del diritto e del governo. La reggia venne costruita per il cardinale Pietro Aldobrandini, elevato al rango cardinalizio dallo zio, Clemente VIII, ovvero Ippolito Aldobrandini. Questo pontefice ebbe un lungo e intensissimo pontificato, occupandosi anche delle chiese d'Oriente, delle chiese slave, del contrasto all'espansionismo ottomano e dei rapporti di forza tra gli stati nazionali europei.

I lavori di costruzione impegnarono diversi anni (si stima 1598-1621) e del progetto se ne occupò l’architetto Giacomo della Porta. Sul retro fontane e statue nel composto ed elegante giardino all'italiana rievocano il fasto antico di un sito che doveva suscitare anche timore e soggezione, emblema di potere politico ed ecclesiastico, un potere che si affaccia con tutta la sua incombenza sulla città di Frascati.

GIERREauto 0220

Di particolare interesse all'interno è la sala del Parnaso. Ed eccoci così al nostro legame senza tempo e senza confini geografici tra l'antica Grecia e questo gioiello di Frascati: il Parnaso è una imponente catena montuosa, situata nella zona centrale della Grecia, che nell'antichità era ritenuta la dimora del dio Apollo e delle Muse, un luogo dunque sacro, divenuto poi il simbolo della poesia. Il Parnaso della villa è dunque dedicato all'arte poetica, all'aspirazione poetica, considerata divina.

Questa sala in qualche modo si pone come una sorta di ponte con l'antica civiltà classica, ma anche con l'intera arte poetica, patrimonio sublime dell'uomo. La sua magnificenza è oggi alla portata dei visitatori che possono visitare gratuitamente l'esterno del sito.