I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

L'ultimo acuto di Amstrong, artista mai dimenticato - VIDEO

ACCADDE OGGI - 6 Luglio 1971: si spegne una leggenda

ilmamilio.it

Muore a New Orleans Louis Armstrong, il più famoso e popolare musicista jazz del XX secolo. Carismatico e innovativo, la sua  personalità fa sì che il jazz, dapprima chiuso nei ghetti, diventi la colonna sonora di intere generazioni. Nel 1924 si trasferisce a New York, la città che ha più amato e comincia  a suonare la tromba. Il successo è immediato. Armstrong suona e canta con tutti i  musicisti più famosi: Jimmie Rodgers, BingCrosby, Duke Ellington e soprattutto Ella Fitzgerald, con la quale registra tre album Ella and LouisElla and Louis Again e Porgy and Bess.

 

Tra le canzoni più conosciute di Armstrong ricordiamo: "Stardust”, "What a Wonderful World”, "When The Saints Go Marching In", "Dream a Little Dream of Me".

Fu lui ad introdurre lo scat, la tecnica di far diventare la voce uno strumento in grado di improvvisare. Il suo stile vocale ha influenzato un'intera generazione, da Bing Crosby a Billie Holiday, da Frank Sinatra alla stessa Ella Fitzgerald.

Ebbe il merito di portare nella musica popolare americana il piacere di suonare da solista, facendo penetrare il suono della sua tromba nelle pieghe delle melodie, fino ad approfondirne il senso.

Un gigante del XX° secolo.