I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Coronavirus, Regione Lazio: sospesi tutti i concorsi

Risultato immagini per regione lazio mamilioROMA (cronaca) - la Regione Lazio sta adottando, con apposito provvedimento, la sospensione, fino a nuovo ordine, dello svolgimento delle prove concorsuali, le cui prove scritte sono stabilite per i giorni 25, 26, 27 e 28 febbraio 2020

ilmamilio.it 

"In virtù del principio di massima precauzione sul fenomeno Coronavirus COVID-2019 e allo scopo di prevenire ogni possibile rischio sanitario, la Regione Lazio sta adottando, con apposito provvedimento, la sospensione, fino a nuovo ordine, dello svolgimento delle prove concorsuali, le cui prove scritte sono stabilite per i giorni 25, 26, 27 e 28 febbraio 2020 la sospensione riguarda i seguenti concorsi:


- concorso pubblico, per esami, per l’assunzione di n. 200 unità di personale a tempo pieno e indeterminato, con il profilo professionale di Esperto mercato e servizi per il lavoro, categoria D- posizione economica D1, per il potenziamento dei centri per l’impiego e le politiche attive del lavoro;
- concorso pubblico, per esami, per l’assunzione di n. 60 unità di personale a tempo pieno e indeterminato, con il profilo professionale di Assistente mercato e servizi per il lavoro, categoria C- posizione economica C1, per il potenziamento dei centri per l’impiego e le politiche attive del lavoro; nonché la sospensione dello svolgimento delle ulteriori prove di procedure concorsuali bandite dalla Regione Lazio di prossimo espletamento.



Tale provvedimento costituisce una prima misura nelle more di ulteriori interventi che saranno adottati a seguito dell’emanazione del decreto legge recante “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019”.

Così la Regione Lazio in una nota apparsa sul sito istituzionale.