I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Genzano, Fratelli d'Italia e Genzano Risorge candidano sindaco Alessandra Lattanzi

GENZANO (politica) - Mossa della Lega e Forza Italia verso Michele Savini intesa come uno strappo
 
ilmamilio.it
 
Non si è fatta attendere, a Genzano, la reazione di Fratelli d'Italia e Genzano Risorge al comunicato della Lega e Forza Italia. Una mossa che ha inteso provocare uno strappo, accelerando con avventatezza sulla candidatura a Sindaco di Michele Savini. Una candidatura - fanno sapere Ivan De Negri e Barbara Collura, dirigenti cittadini di Fratelli d'Italia - che travalica il dialogo in atto sul tavolo provinciale, dove alcuna decisione era stata ancora presa in merito. 
 
"Noi - ribadiscono i due, in rappresentanza di Fratelli d'Italia Genzano - non abbiamo ancora ricevuto alcuna indicazione dal nostro coordinatore provinciale, a testimonianza di come nulla sia stato ancora deciso su scala territoriale, a meno che la Lega non abbia in mente di decidere autonomamente i candidati sindaci dei Comuni chiamati al voto. Quella di oggi la riteniamo, pertanto, una mossa incomprensibile e priva di qualsiasi tipo di concertazione, da cui trapela, evidentemente, la volontà di accelerare da parte di un aspirante sindaco che si spoglia dei panni di civico, cercando il sostegno dei partiti. Una condotta, la sua, che trasuda un'evidente brama di potere, che non troverà neppure l'apprezzamento dei suoi ex sostenitori, già delusi da un'attività consiliare ben al di sotto delle attese. Un profilo civico che aveva utilizzato anche per votare favorevole e sostenere addirittura lo SPRAR per l’accoglienza di migranti nel nostro Comune. Ma ora, magicamente, si riscopre candidato della lega di Salvini, movimento che da sempre risulta attivo nel contrastare questo tipo di accoglienza". 
 
 
"Assistiamo, inoltre, - prosegue la nota - con rammarico al ritorno, a soli 3 mesi dalle Amministrative, di personaggi di cui si erano (fortunatamente!) perse le tracce, ma che improvvisamente hanno fiutato l'odore delle elezioni e si sono magicamente ricordati di Genzano.  Non possiamo che prendere le distanze da questi atteggiamenti opportunistici.  Riteniamo, pertanto, come Fratelli d'Italia, necessario convergere su un candidato sindaco che rispecchi e porti avanti quanto fatto finora dal consigliere Fabio Papalia e dal suo gruppo che per anni ha rappresentato la sola e unica opposizione attiva e valida.  Scelta che ricade, quindi, su una donna del gruppo da sempre attiva politicamente è impegnata nel settore sanitario, Alessandra Lattanzi. Classe '79, Laureata in scienze  infermieristiche con Master in funzioni di coordinamento. Esperienza decennale con ruoli attivi nel sindacato e nella contrattazione pubblica". 
GIERREauto 0220
 
Parole, quelle di Fratelli d'Italia, che trovano conferma anche nelle considerazioni della lista civica "Genzano Risorge", da anni punto di riferimento nel panorama del civismo cittadino. "Dubito - premette l'avvocato Arnaldo Melaranci - che il candidato fuoriuscito in queste ore sulla stampa rappresenti la sintesi di quanto stabilito dal tavolo provinciale.  Ma al di là di questo, riteniamo la scelta di convergere su Alessandra Lattanzi un segnale di continuità con quanto fatto sul territorio. CI attende una sfida entusiasmante. Siamo pronti".