I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Rocca di Papa, Iadecola: "La Cimino diserta l'udienza per il dissequestro, smetta di farsi i selfie e chiarisca"

ROCCA DI PAPA (politica) - Una nota del presidente del Comitato Pro-Case

ilmamilio.it - nota Facebook

“Leggo con grande dispiacere la notizia della mancata presenza a l’udienza per il dissequestro del tratto di strada di Corso della costituente, rivolgo a tutta la categoria la mia totale vicinanza. Io come presidente del Comitato Pro-Case sin dalla primissima fase dell’emergenza post esplosione ho mostrato la mia solidarietà invitando tutti i cittadini di Rocca di Papa e dei Comuni limitrofi ad acquistare presso le botteghe del nostro centro storico per sostenerle evitandone la chiusura. Sono enormemente dispiaciuto dell’interdizione, a questo punto definibile a tempo indeterminato, di corso della Costituente e rimango basito dal comportamento dell’amministrazione comunale guidata dal vicesindaco reggente Veronica Cimino che, evidentemente non si è resa conto della gravità della situazione.

Le ricordo carissima reggente Veronica Cimino che il nostro paese è ridotto in macerie, la nostra sede comunale non esiste ormai da ben 8 mesi, il nostro tessuto sociale è stato lacerato nello stesso modo in cui è esploso il nostro municipio

A lei chiedo di fare chiarezza su quanto sta avvenendo e sulla condotta del Comune di Rocca di Papa in sede giudiziaria. L’amministrazione comunale era assente in occasione dell’udienza di ieri per il dissequestro? Accetto anche secche smentite, purché ci sia chiarezza da parte di chi sembra preferire investire il proprio tempo in selfie in piazza, e video a pochi metri dal luogo dell’emergenza con proclami trionfalistici. I cittadini di Rocca di Papa attendono risposte”.

Così in una nota, Alessio Iadecola.GIERREauto 0220