I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Lutto nel mondo del cinema e del teatro: è morto Flavio Bucci

 

Risultato immagini per flavio bucci oggiFIUMICINO (attualità) - La notizia del sindaco Esterino Montino

ilmamilio.it

Lutto nel mondo dell'arte. E' morto all'età di 72 anni il grande attore Flavio Bucci. La notizia l'ha data il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino, con un post sul suo profilo Facebook: "Quando un artista se ne va lascia sempre un gran vuoto. Mi dispiace molto della scomparsa dell'attore Flavio Bucci, che da anni risiedeva a Passoscuro. Tutti lo ricordano in alcuni suoi ruoli memorabili in film altrettanto indimenticabili: penso al 'Marchese del Grillo', accanto a Sordi, a 'Suspiria' del maestro del terrore Dario Argento, a 'Il divo' di Paolo Sorrentino, solo per citarne alcuni. Un grande caratterista, di quelli che hanno fatto grande la cinematografia italiana. Esprimo le condoglianze mie e dell'Amministrazione ai familiari e amici".

Bucci si fece conoscere dal grande pubblico interpretando lo sceneggiato televisivo "Ligabue", diretto da Salvatore Nocita, andato in onda su Rai 1, in tre puntate, dal 22 novembre al 6 dicembre 1977. Raccontava la storia tormentata e visionaria del pittore naif Antonio Ligabue (1899-1965), che visse, prima di essere scoperto e celebrato, un'esistenza dolorosa segnata da solitudine e disagio psichico. Nello sceneggiato biografico Flavio Bucci fu il protagonista nel ruolo di Ligabue e nel cast recitarono Pamela Villoresi, Giuseppe Pambieri e Alessandro Haber.

 GIERREauto 0220

Con il regista Salvatore Nocita, Flavio Bucci tornò a lavorare nei "Promessi sposi" (1989). Sempre per il piccolo schermo ha recitato nella mini serie "La Piovra" (1984) di Damiano Damiani e in "L'avvocato Guerrieri - Ad occhi chiusi" (2008) di Alberto Sironi, sua ultima apparizione sul piccolo schermo.