I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

L'opposizione: "Sul patrimonio si consuma la completa incapacità di chi amministra Frascati"

FRASCATI (politica) - Un nuovo duro attacco a Mastrosanti. Tante, troppe le questioni che attendono soluzioni. Nel puro stile di questa Amministrazione

ilmamilio.it - nota stampa

Dai 7 consiglieri di opposizione di Frascati riceviamo e pubblichiamo.

"Sembra che stiamo facendo l’elenco di tutte le mancanze di questa amministrazione, ma dopo due anni e mezzo di nulla e di promesse mancate siamo davvero stanchi di aspettare che mantengano gli impegni. Ormai lo abbiamo capito: chi ci governa è davvero inadeguato e incapace di gestire anche solo l’ordinario.

Prendiamo per esempio il patrimonio: il Sindaco ha delegato addirittura due amministratori, un assessore e un consigliere, a occuparsi della materia, ma finora non si trova nessuna traccia di atti concreti.

Ci sono locali commerciali che aspettano di essere venduti da tempo: di bandi, neanche l’ombra. E gli appartamenti comunali inseriti nel piano di dismissioni? Tutto pronto, sulla carta. Ma nessun atto concreto. Per non parlare di tutto il patrimonio lasciato abbandonato a se stesso: Edificio Maestre Pie Filippini, Ex Piscina Comunale, Ex Mattatoio, Mercato Coperto - solo per citare i più noti. Di proclami ne abbiamo sentiti tanti, ma oltre a protocolli con questo o quell'altro ente (l'ultimo in ordine di tempo è stata l'Agenzia del Demanio) non si è fatto nulla, assolutamente nulla.

Le promesse di dismissione e valorizzazione del patrimonio sono servite soltanto per strappare, in maniera furbesca, un parere favorevole - ma condizionato appunto alla vendita del patrimonio entro novembre 2019 - al bilancio di previsione. Un'impresa impossibile, come avevamo già detto ad aprile dello scorso anno, ma utile a prendere in giro i revisori dei conti e gli stessi consiglieri comunali che hanno votato quel bilancio.

Forse era tutto studiato per dare l'ennesima consulenza? Ricordiamo tutti la sponsorizzazione di un determinato advisor in una delibera di giunta. Dopo le perplessità sollevate dall'opposizione tutto si è fermato. Perché? Non c'è proprio nessun altro che possa supportare i nostri uffici - ammesso che ce ne sia bisogno - nella vendita dei cespiti patrimoniali già individuati?

GIERREauto 0220

O, anche qui, si sta aspettando che qualcuno dimentichi per tornare indisturbati alle intenzioni originali?

Mentre, dunque, il sindaco Mastrosanti e i suoi delegati aspettano non si sa quale vento propizio per far qualcosa sul patrimonio, la città di Frascati vede i suoi beni abbandonati a se stessi, in attesa di tempi migliori: quelli in cui - speriamo presto - sarà liberata da questa inutile e dannosa amministrazione.