I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Tre rapine in pochi giorni tra Ciampino e Pavona, i Carabinieri arrestano gli autori

 

Risultato immagini per carabinieri mamilioCASTEL GANDOLFO (cronaca) – Tempestivo intervento dei Carabinieri della Compagnia di Castel Gandolfo ha permesso di assicurare gli autori alla giustizia.

ilmamilio.it - nota stampa

Sono tre le rapine commesse in pochi giorni tra Ciampino e Pavona di Albano Laziale e in tutti e tre i casi il tempestivo intervento dei Carabinieri della Compagnia di Castel Gandolfo ha permesso di assicurare gli autori alla giustizia.

Il primo episodio è avvenuto a Ciampino qualche giorno fa, allorquando un cittadino rumeno di 29 anni, senza fissa dimora, ha assaltato un minimarket di via San Francesco d’Assisi ove, dopo aver aggredito il titolare, un uomo di 31 anni proveniente dal Bangladesh, ha asportato la somma contante di 500 euro presente in cassa. La vittima è dovuta ricorrere alle cure dei sanitari per una ferita alla testa, mentre l’uomo, datosi dapprima alla fuga, è stato rintracciato dai Carabinieri della Tenenza di Ciampino grazie ad un’analisi dei sistemi di videosorveglianza della zona.

Sempre i militari della Tenenza hanno tratto in arresto un altro cittadino rumeno di 34 anni che, in viale Roma, dopo aver colpito con calci e pugni un barbiere della zona che stava tornando a casa, gli ha strappato di mano la sua bicicletta del valore di 600 euro. Solo l’intervento dei Carabinieri, collaborati da una pattuglia della polizia locale di Ciampino, ha permesso di bloccare l’uomo e riconsegnare la bicicletta al legittimo proprietario.

In ultimo, nella serata di ieri, ci sono stati attimi di terrore a Pavona di Albano Laziale dove un giovane 28enne di Ardea, dopo aver fermato una Fiat 600 con a bordo una giovane donna che stava tornando nella sua abitazione di via Cagliari, le ha aperto la portiera con il chiaro intento di portarle via l’auto. Ma la ferma opposizione della donna ha fatto si che l’uomo iniziasse a malmenarla dapprima tirandole i capelli, successivamente prendendola a calci sul costato. Fortunatamente le urla della giovane, evidentemente terrorizzata, hanno richiamato l’attenzione di alcuni passanti che, assistendo alla scena, hanno chiamato immediatamente il 112. Dopo pochi istanti, due gazzelle del Radiomobile sono arrivate sul posto ed hanno arrestato l’uomo che, nel frattempo, aveva tentato di fuggire a piedi. La giovane, soccorsa prima dai militari e poi dai sanitari del 118, se la caverà con una prognosi di 10 giorni mentre il suo aggressore, dopo la convalida dell’arresto, è stato trasferito agli arresti domiciliari.

GIERREauto 0220