I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Ciampino, balla la maggioranza Ballico: Mantua, Lanzi e Castellani al gruppo misto?

CIAMPINO (politica) - Dopo il terremoto mediatico che ha coinvolto l’Amministrazione nei giorni scorsi mal di pancia a vari livelli. Luna di miele finita

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Balla la maggioranza Ballico. E forse c’era da aspettarselo dopo il vero e proprio terremoto mediatico di questi giorni. L’Amministrazione comunale Ciampino infatti è assurta alle cronache nazionali prima per la scelta di ospitare come relatore all’evento sulle Foibe di lunedì prossimo Pietro Cappellari, noto esponente di estrema destra e poi per via di alcune foto che ritraggono la sindaca Ballico insieme al vice sindaco ad una festa di fronte ad una torta con su scritto “Molti nemici, molto onore”, di "vago" stile fascista.

LEGGI "Molti nemici, molto onore": la Ballico rifinisce sulla stampa nazionale

GIERREauto 0220

Queste ultimi accadimenti, che come detto hanno richiamato a più riprese l'attenzione dela stampa nazionale, non devono essere andate giù a qualcuno. C’è maretta in largo Felice Armati tra i consiglieri di maggioranza e gli assessori, dopo solo sei mesi di governo. Ed una cosa è certa: la Luna di miele, anche con certe componenti della città che avevano dato carta bianca, in termini di sostegno, alla Ballico iniziano ad avere un certo mal di pancia

Sarà un caso, ma proprio ieri sarebbero state protocollate le decisioni di tre consiglieri di maggioranza di passare al gruppo misto. Si tratterebbe di Gianni Castellani (Lega), Roberto Mantua (Lega), Francesco Lanzi (Ciampino Merita di +). Se queste voci dovessero essere confermate, bisognerà comprendere le motivazioni che hanno portato questi tre consiglieri al deciso distinguo.

Un pezzo non trascurabile della maggioranza di Daniela Ballico, che non stentiamo a credere, potrà trovare facile sponda in chi è rimasto in maggioranza e sente addosso le pressioni di quella parte di Giunta e Consiglio troppo schierata.