I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Ciampino, Mattia: "Con Cappellari becero tentativo di utilizzare la storia a fini propagandistici"

giornoMemoria CiampinoCIAMPINO (politica) - anche la consigliera regionale Mattia esprime la propria perplessità sull'iniziativa in occasione del Giorno del Ricordo

ilmamilio.it - nota stampa 

“Trovo inaccettabile l’arroganza e la perseveranza del Comune di Ciampino che, anche di fronte allo sdegno e all’indignazione manifestata ad ogni livello, persevera nella scelta, scriteriata, di affidare la commemorazione della Giornata del Ricordo a Pietro Cappellari, scrittore revisionista che ha definito la Liberazione un "falso mito”; un nostalgico del fascismo vicino a quelle forze di estrema destra che non si riconoscono nei valori della nostra Costituzione”.

Lo dichiara Eleonora Mattia (Pd), presidente della IX Commissione istruzione, politiche giovanili e diritto allo studio della Regione Lazio.

"Si tratta - precisa Mattia - di un becero tentativo, da parte della Giunta sostenuta da Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia, di utilizzare la storia a fini propagandistici in un momento storico in cui, oggi più che mai, la costruzione della memoria appare l’unico baluardo contro i dilaganti episodi di discriminazione e razzismo. Le foibe e la deportazione delle comunità giuliano-dalmate sono una tragedia nazionale di cui dobbiamo tenere viva la memoria, con la massima serietà storiografica. La commemorazione, quindi, non può, e non deve, essere contaminata in alcun modo dalla presenza di un personaggio che, come abbiamo visto in altre occasioni, tende a trasformare la memoria comune in propaganda faziosa”.

GIERREauto 0220