I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Castelli Romani e Prenestini, il distretto dell'economia civile incontra le imprese del territorio

 

IL DISTRETTO DELL'ECONOMIA CIVILE DEI CASTELLI ROMANI E PRENESTINI INCONTRA LE IMPRESE DEL TERRITORIO

ZAGAROLO (eventi)  - Dopo l’incontro con le associazioni dello scorso Dicembre 2019, saranno ora coinvolte le imprese locali

ilmamilio.it

Proseguono le iniziative territoriali nei Castelli Romani e prenestini per promuovere il Distretto dell’Economia Civile e Sociale istituito dalla XI Comunità Montana del Lazio.

Dopo l’incontro con le associazioni dello scorso Dicembre 2019, saranno ora coinvolte le imprese locali al fine di illustrare e spiegare al meglio i valori e i principi del manifesto già condiviso anche con le amministrazioni locali.

L’iniziativa, organizzata dalla Comunità Montana in partenariato con il GAL Castelli Romani e Monti Prenestini, la CNA di Roma e come partner tecnico Lazio Innova, si svolgerà il prossimo martedì 4 febbraio alle ore 17 presso la sede Spazio Attivo di Zagarolo in piazza della Indipendenza, 3. Sarà l’occasione per coinvolgere le imprese nel distretto e per iniziare a concretizzare il progetto, che proprio in questi giorni sta ricevendo le prime adesioni formali da parte degli enti interessati a collaborare. Sono già cinque, infatti, i Comuni che hanno aderito al Distretto dell’Economia Civile: Zagarolo, Rocca di Papa, Colonna, Gallicano e Genazzano. Oltre ai Comuni, hanno formalmente ratificato l’ingresso al Distretto anche il GAL Castelli Romani e Prenestini e la CNA Roma.

“Siamo particolarmente soddisfatti dell’andamento di questo progetto, il Distretto dell’Economia civile sta prendendo forma – spiega il presidente della Comunità Montana, Danilo Sordi. – Il numero dei partner è in aumento come quello delle adesioni di cittadini e associazioni che vogliono proporre le loro idee e dare il loro contributo. Questo è senza dubbio il segno – conclude Danilo Sordi – che il Distretto dell’Economia Civile è un progetto che può diventare realtà anche sul nostro territorio”.

“Abbiamo aderito al Distretto dell’Economia Civile e approvato il Manifesto dei Valori – spiega il Presidente del GAL Castelli Romani e Monti Prenestini, Stefano Bertuzzi – attraverso le Comunità di progetto che mettiamo a disposizione del territorio, sosteniamo un circuito che possa far crescere le imprese nella logica dell’economia collaborativa che vuole andare oltre il mero profitto e dare nuove opportunità alla logica di impresa rispetto alle nuove sfide di carattere economico e sociale. È fondamentale in quest’ottica il coinvolgimento della Cna Roma Castelli, uno dei nostri storici partner”.

“Il Distretto dell’Economia Civile rappresenta uno strumento virtuoso per promuovere lo sviluppo locale in modo sostenibile, aggregando le realtà già attive e fornendo un contributo tangibile utile alla comunità – dichiara il Presidente CNA Roma Castelli, Mauro Gasbarri -Le imprese del territorio sono attori fondamentali di questo progetto e la CNA si pone come elemento di promozione del progetto proprio perché crede fortemente in questa collaborazione e nei suoi risvolti etici ed economici”.

A questo primo incontro seguirà a marzo l’attivazione di tavoli di lavoro tematici a cui parteciperanno amministratori, rappresentanti dell’associazionismo e imprenditori del territorio che contribuiranno alla condivisioni di progettualità e alle impostazioni delle attività per la Settimana dell’Economia civile dei Castelli Romani e Prenestini che verrà organizzata dalla XI Comunità Montana nella prossima primavera. Temi che saranno centrali nella futura programmazione europea 2021/2027.