I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Che sveglia Lazio! Ma già si sapeva che la coperta era corta...

ROMA (calcio) - Il ko casalingo contro il Napoli mette a nudo la ristrettezza della rosa biancoceleste, soprattutto nelle retrovie

ilmamilio.it

cioli2Che sveglia cara Lazio! Perdere ci poteva stare, contro un Napoli dall'attacco e dalla qualità stellare, soprattutto dalla cintola in su. Ma cedere addirittura per 4 gol è sembrato eccessivo.

A balzare evidente, e si sapeva già, è l'eccessiva ristrettezza della rosa biancoceleste, soprattutto in difesa. Una considerazione già ampiamente sviscerata, soprattutto nel momento della partenza di Hoedt, ma oggi con ben 3 difensori infortunati (Wallace e ieri anche Bastos e il solito De Vrij) e con anche Basta a rischio stop prolungato, rende il tema una vera e propria emergenza.

Simone Inzaghi negli ultimi giorni di mercato aveva ampiamente richiesto alla società, circostanza mai smentita (anzi) l'ingaggio di un difensore. E' chiaro che con la congiuntura di questi giorni neanche quello sarebbe stato sufficiente, ma è altrettanto evidente che ora bisogna correre ai riparti.

Ed è un vero, colpevole, peccato. Perché i nomi che erano circolati, Paletta con maggiore insistenza, seppur non di primissimo piano avrebbero consentito al tecnico di dormire sonni un po' più tranquilli.

La Lazio di quest'anno, ora è evidente, con una competizione in più rispetto alla passata stagione, ha una rosa meno ricca. Questo è un dato di fatto. Ed è grave che nessuno ne abbia tenuto conto.

La prima sconfitta della stagione può comunque passare in archivio: perdere col Napoli di oggi ci può stare, ora bisogna ripartire da subito contro un Verona che appare già tra le più serie candidate alla lotta per non retrocedere. Ma con quale formazione scendere in campo domenica pomeriggio (ore 15) al Bentegodi?

natura architettura1