I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Palestrina, cerimonia per cittadinanza onoraria a Ozpetek: la lettera di una residente

PALESTRINA (attualità) – Una cittadina scrive e si rivolge al sindaco

ilmamilio.it

Riceviamo e pubblichiamo:

“Sento proprio di dover esprimere tutto il disappunto e la mia indignazione di cittadina palestrinese trattata da "comparsa" da questa amministrazione.

E' stato pubblicizzato con grande enfasi l'evento in cui sarebbe stata consegnata la cittadinanza onoraria al genio Ferzan Ozpetek il 4 gennaio 2020 e, nel pubblicizzarlo si "invitava la cittadinanza a partecipare al consiglio comunale straordinario" durante il quale sarebbe stata consegnata. Ora, se si invita la cittadinanza, e si pubblicizza l'evento, è del tutto evidente che si debba consentire alla stessa cittadinanza di partecipare "sul serio" e non di essere presente come "comparsa" esterna ad un evento riservato a pochi intimi e cioè al consiglio comunale e probabilmente a pochi altri parenti perchè in una sala con una capienza di 60 posti ancorchè culturalmente suggestiva data la location è del tutto evidente l'intenzione programmata di tenerla fuori dall'evento quella cittadinanza.

Leggi anche:  FOTO - Palestrina, Cittadinanza Onoraria al regista Ferzan Ozpetek al Museo di via Barberini

Pero' al contempo serviva che ci fosse una folla plaudente all'arrivo del regista e quindi l'invito e' stato diramato ...accorrete numerosi… abbiamo bisogno di comparse. Ebbene non e' cosi' che si trattano i cittadini.

I cittadini non sono comparse da utilizzare a piacimento, dei cittadini occorre avere rispetto, un profondo rispetto a cominciare dalle piccole cose.

Mi auguro caro sindaco che possa riflettere sul ruolo di chi in cabina elettorale le ha conferito la possibilita' di lavorare per i cittadini e non per esercitare un potere autoreferenziale delle istituzioni. con profondo rammarico la saluto.

Maria Manzi"

mercatino natale frascati 191201