I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

BENESSERE - Obesità, asma, diabete e bullismo sono le nuove malattie dell'infanzia

hamburger obesita ilmamilioFRASCATI (benessere) - Patologie vere e proprie con ampi risvolti sociali

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Più attenzione verso i più piccoli. Sovrappeso, asma, obesità, diabete, bullismo. Cambia il tipo di malattie con cui i pediatri si trovano a far fronte e aumentano quelle croniche che necessitano di cure particolari. Sono infatti un milione in Italia i bambini con bisogni assistenziali speciali, di cui circa 10 mila definiti "medicalmente complessi".

Queste le stime del Libro Bianco realizzato dalla Federazione Italiana delle Associazioni e Società Scientifiche dell'Area Pediatrica (Fiarped), presentato oggi al Ministero della Salute. In 40 anni non è cambiata l'assistenza pediatrica ma è cambiata l'epidemiologia.

mercatino natale frascati 191201

"Prima i bimbi morivano di malattie infettive, oggi le principali cause di morte sono i tumori e i traumi da incidente stradale. Inoltre - spiega Giovanni Corsello, past president Fiarped - facciamo i conti con nuove emergenze sociali e sanitarie su cui è stato fatto pochissimo. Abbiamo malattie croniche come asma e diabete in crescita esponenziale". A causa delle poche risorse disponibili e delle disuguaglianze sociosanitarie esistenti nel Paese, conclude, "questi bambini rischiano oggi di non ricevere una assistenza specialistica in linea con i loro bisogni e con gli standard sempre più avanzati".

I modelli di vita di una società super robotizzata, non aiutano. Spesso i bambini passano intere giornate seduti, al chiuso senza dare spazio alla loro creatività. Come spesso accade, non si vuole risolvere il problema alla radice, alla causa. Ad esempio, non è certamente una novità, che vivere in aree altamente cementificate è dannoso per la salute respiratoria e oculare dei bambini mentre vivere in aree con molto verde urbano fa bene.

La conferma arriva da una ricerca compiuta da un team multidisciplinare italiano - pubblicata sulla rivista Environmental Health, qualche mese fa - su bambini di età scolare che vivono a pochi chilometri da Palermo, con insediamenti commerciali e alloggi pubblici, a circa 2 chilometri dalla discarica della città; lo studio ha sviluppato per la prima volta in Italia un approccio che combina urbanizzazione e salute dei residenti. Per i più piccoli (non solo) trascorre molto tempo a giocare all’aperto, scorrazzare nel parco o nel bosco con gli amici, arrampicarsi sugli alberi, costruire capanne e fortini sviluppa abilità motorie decisamente migliori di uno che passa le giornate sul sofà a guardare la tv o giocando con il telefonino. Si riduce il rischio di obesità (ha effetti nefasti non solo sulla salute, ma anche sull’autostima del bambino, quindi sulla sua crescita) e tutti i disturbi correlati alla sedentarietà.

Tutti i genitori si rendono conto che un bambino, dopo due ore passate a guardare la tv o davanti a un videogioco è più nervoso ed irritabile di un altro che ha passato il pomeriggio a giocare con gli amici. Correre, costruire, giocare nella natura sono attività che riducono i livelli di stress; numerosi studi lo dimostrano. Quindi, si tratta di un’attività estremamente salutare a livello psicofisico. Ricordiamo che alti livelli di stress sono correlati a disturbi cardiocircolatori. Il gioco all’aria aperta con i coetanei è un’avventura, richiede immaginazione, pianificazione, abilità sociali e comunicative avanzate. Insomma, si tratta di un esercizio incredibile per la crescita armonica dei bambini. Inoltre, occasioni di gioco non strutturato permettono ai bambini di imparare l’indipendenza, l’intraprendenza e l’utilità della collaborazione nel risolvere piccoli problemi.


   

Marco Staffiero (nome spirituale Ardas Sadhana Singh) è insegnante certificato di Kundalini Yoga, il suo diploma è riconosciuto a livello internazionale dal KRI (Kundalini Research Institute) e dall’IKYTA (International Kundalini Yoga Teacher Associations) e a livello nazionale dalla UISP – Area Discipline Orientali. Ha seguito il corso di formazione insegnanti con Guru Shabad De Santis, il primo insegnante di Kundalini Yoga in Italia, presso il centro Yogi Bhajan Akhara, a Roma. Attualmente insegna a Frascati, Albano, Ariccia e Roma. Inoltre, ha conseguito la certificazione per l’insegnamento Yoga ai bambini, con l’insegnante Gurudass Kaur, cofondatrice del primo centro di Kundalini Yoga a Barcellona e fondatrice di un programma di Yoga per bambini chiamato “Chilplay Yoga, The Yoga of Fun”. E’ laureato in Scienze Politiche - Relazioni Internazionali e dal 2009 è iscritto all’ordine dei giornalisti del Lazio. Approfondisce come giornalista e studioso diverse tematiche, che riguardano le discipline olistiche, le medicine alternative, la sana alimentazione e il benessere psico-fisico. Collabora on line con “Il Giornale dello Yoga“ e "Yoga Magazine".Con il quotidiano “L’Osservatore d’Italia” e con “Il Format info” si occupa di malattie ambientali, elettrosmog e salute. Inoltre, è responsabile della rubrica Benessere e Salute del quotidiano on line “ilmamilio.it”. Attraverso la conoscenza di tematiche legate alla Geobiologia, collabora con la Bioriposo, dove effettua misurazioni (con degli strumenti tecnici brevettati) dei nodi di Hartmann, di onde elettromagnetiche ecc., dando vita a conferenze sull'argomento in vari centri olistici e non solo.

Tel. 3398054726   www.yogacastelliromani.it