I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Marino, l’Istituto d’Arte “Paolo Mercuri” compie 100 anni

MARINO (attualità) - la scuola, oggi Istituto di Istruzione Superiore, comprende ben quattro indirizzi di liceo artistico ed un istituto tecnico e tecnologico

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Si è concluso giovedì 19 Dicembre 2019 il percorso di celebrazione del centesimo anniversario della creazione dell’Istituto d’Arte Paolo Mercuri, che ebbe appunto origine nel 1919, all’indomani della prima guerra mondiale, in un paese che più che mai aveva bisogno di sperare e di costruire futuro.

La scuola, oggi Istituto di Istruzione Superiore, comprendente ben quattro indirizzi di liceo artistico ed un istituto tecnico e tecnologico, ha intrapreso già molti mesi fa, una serie di eventi tesi a ripercorrerne la storia, a testimoniarne il presente, ma anche a costruire solidi rapporti ed alleanze per un fruttuoso futuro.

Ad aprire le celebrazioni il 18 Ottobre 2018, infatti, fu un evento che vide la presenza del direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale Gildo De Angelis, affiancato dai rappresentanti degli Enti Locali.  Successivamente studenti e docenti sono stati protagonisti di numerose attività formative quali la visita al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, la partecipazione a seminari sul Barocco nei castelli romani e la, ormai tradizionale, manifestazione “Scuola in Mostra” tenutasi nel Maggio 2018 proprio nella sede di Marino.

La cerimonia di chiusura dei festeggiamenti, tenutasi il 19 Dicembre, non è stata dunque altro che il tessersi di fili e percorsi che già si erano dipanati per tutto l’anno.

mercatino natale frascati 191201

E tuttavia la giornata è riuscita a narrare il passato senza trascurare il presente e provare a progettare il futuro.

Nell’aula magna del liceo, infatti, le celebrazioni sono iniziate con il saluto del Dirigente Scolastico,  professor Salvatore Montesano che si è fatto portavoce dell’importanza della giornata e del lavoro sinergico di tutta la comunità scolastica per la sua realizzazione. Il Dirigente ha sottolineato con orgoglio come il Paolo Mercuri, oggi Amari-Mercuri, sia rimasto per cento anni in ascolto dei propri studenti e del proprio territorio, facendosi espressione dei loro bisogni, e cercando di andarvi incontro, dalla nascita di una scuola di Arti e Mestieri fino all’ampliamento odierno della propria offerta, con l’attivazione di ben tre nuovi indirizzi : un indirizzo energetico per costruzioni e ambiente, uno audiovisivo e multimediale per l’artistico ed un percorso di istruzione per adulti per il commerciale. Successivamente sono intervenuti gli assessori alla pubblica istruzione, l’avvocato Paola Tiberi per il Comune di Marino e l’avvocato Anna Rita Contestabile, per quello di Ciampino. Entrambe hanno espresso vicinanza e partecipazione al vissuto dell’istituzione scolastica, che vanta tra i suoi punti forza proprio l’insistere su due comuni limitrofi di cui è insieme arricchimento e cooperazione.

Prezioso inoltre l’intervento di Ugo Onorati, autore della pubblicazione “ Dalla Regia Scuola d’Arte al Liceo Artistico di Paolo Mercuri  di Marino: cento anni di attività didattica e  culturale”  pregiata opera che narra il secolo di storia che la scuola ha scritto. A seguire la toccante presenza del maestro Mario Gavotti, tra i primi studenti della scuola d’arte, poi scultore e infine docente, che è salito sul palco dell’aula magna accompagnato dal figlio, anch’egli ex-studente della scuola e dalla nipote, attualmente studentessa del liceo artistico.  A narrare gli ultimi vent’anni della scuola la professoressa Marina Bonavia, ex docente dell’istituto. A portare invece la platea idealmente fuori dalle mura scolastiche sono stati gli interventi di due ex-studenti oggi artisti affermati, Alessio Deli, scultore e Emiliano Fabbi, designer.  L’incontro in aula magna si è concluso con l’esperienza di un ex alunno oggi tirocinante presso la scuola, Mattia Fabiani, che ha narrato come proprio gli studi presso il liceo artistico gli abbiamo suscitato interesse per un percorso universitario umanistico.
Dopo la narrazione delle diverse voci, gli ospiti hanno potuto osservare, nei vari percorsi espositivi allestiti, un secolo di vita della scuola, attraverso le opere artistiche, i materiali ripristinati dagli archivi, le foto esposte, le performance realizzate dagli attuali studenti e i numerosi video installati per la sede.

Una giornata di racconti, testimonianze, emozioni, voci, colori, bellezza, abbracci, sorrisi ed applausi. Una giornata di arte, in una scuola che racconta  e cerca di fare arte da un secolo.