I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

STORIE - L’Apoteosi di Omero: dall’Appia Antica al British Museum

apoteosi omero ilmamilioCIAMPINO (storie) - Il bassorilievo fu ritrovato nel 1805 sull’Appia antica

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

La vicinanza di Ciampino a Roma ha permesso il ritrovamento di numerosi beni artistici e storici di epoca romana, soprattutto grazie agli scavi effettuati nel XIX secolo.

Molto importante ma forse poco conosciuta, è l’“Apoteosi di Omero”, un prezioso ex voto in marmo ritrovato nel 1805 sull’Appia antica. Le apoteosi di Omero sono un soggetto tipico dell’arte classica in cui il poeta Omero viene rappresentato come divino, glorificato come essere soprannaturale.

Il bassorilievo è stato forse realizzato dallo scultore greco Archelao di Priene, su richiesta di un poeta sconosciuto. L’opera scultorea raffigura Omero nel momento in cui sta per essere incoronato dal dio del tempo infinito e dalla dea dall’ecumene (la porzione di terra conosciuta, la casa terrestre abitata da tutti gli esseri umani). Intorno altre figure allegoriche come il monte delle Muse, e nella grotta Apollo, dio del sole, della musica e della poesia, con la sua lira.

Un trionfo di simboli e personificazioni del Pantheon greco e romano.mercatino natale frascati 191201

Omero, il poeta epico greco che ha influenzato la letteratura occidentale, autore dell’Iliade e dell’Odissea, è un personaggio mitico avvolto da leggende, e per questo anche la sua iconografia è carica di significati; spesso viene rappresentato come ceco perché capace invece di una visione che va oltre la materia, una visione che non ha bisogno degli occhi del corpo per conoscere gli eventi futuri e i caratteri umani nel profondo.

Ma spendiamo qualche parola anche sul genere di opera di cui parliamo: gli ex voto di solito conosciuto come ringraziamento per una grazia ricevuta nella religione cristiana, sono in realtà un uso sacro molto più antico, donate dai fedeli per ringraziare di un intervento divino magnanimo o provvidenziale, come la guarigione da una malattia o un incidente scampato.

L’ “Apoteosi di Omero” si trova oggi esposta al British Museum di Londra, uno dei più prestigiosi musei del mondo, il quale ospita ben otto milioni di oggetti, tra cui questo gioiello archeologico senza tempo ritrovato ai Castelli Romani.

Inevitabile chiedersi: è pià degna collocazione quella, prestigiosissima, britannica o sarebbe più lungimirante e saggio valolizzare in loco l'immenso patrimonio archeologico ed artistico italiano?radioRomaCapitale2 ilmamilio