I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

"La perfezione non esiste": il monologo di Vanessa Incontrada destinato a diventare cult

incontrada ilmamilio5ROMA (spettacolo) - La show girl contro il "body shaming": "Chi sono gli "altri" a cui dovremmo piacere?"

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Vanessa Incontrada e il suo grido di rabbia contro il body shaming "La perfezione non esiste". La show girl italiana approfitta del suo intervento, nella seconda puntata che conduce con Gigi D'Alessio, "20 anni che siamo italiani", per rispondere indirettamente agli attacchi gratuiti degli haters contro di lei.

"Bisognerebbe inserirla tra i primi insegnamenti che ci danno: lavati le mani prima di mangiare, non dire le parolacce e la perfezione non esiste". Con queste parole Vanessa Incontrada inizia il suo monologo, per sensibilizzare la gente, e magari riuscire a fermare un pò questa assurda ondata di body shaming.

Si mette metaforicamente a nudo, mostrando il dolore che certi commenti possano causare sulle persone. "Le critiche feriscono, partono da un cellulare e arrivano direttamente allo stomaco", e feriscono talmente tanto che la show girl è visibilmente commossa, anche perchè racconta la sua storia, la storia di una ragazza di vent'anni alla continua ricerca di piacere agli altri, "ma agli altri chi?".

mercatino natale frascati 191201

"A volte vorrei parlare alla Vanessa di vent'anni fa e darle un piccolo consiglio; Vane smetti di voler essere diversa da quello che sei, perchè tanto... "La perfezione non esiste" Ci mostra come i cannoni di bellezza siano basati solamente a delle mode temporanee; "se fossi nata negli anni 30 o 50 quando il modello femminile era morbido, sarei stata perfetta, però vivo nel 2000 ed avere le forme è ritenuto sbagliato".

Mode così mutevoli e in continuo cambiamento, che portano ad un insoddisfazione sempre maggiore.