I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Ciampino, la lettera aperta: "Sindaco Ballico che ne è delle commissioni? E del rispetto degli elettori del M5S?"

 

Risultati immagini per ciampino comuneCIAMPINO (attualità) - Le richieste di Marco Bartolucci

ilmamilio.it - nota stampa

Riceviamo e pubblichiamo:

"Sono passati sei mesi da quando lei, Daniela Ballico, approssimandosi alla data del ballottaggio, chiedeva fiducia agli oltre 3000 elettori del M5S ciampinese dalle pagine de il Mamilio (https://www.ilmamilio.it/c/comuni/15888-ciampino,-daniela-ballico-scrive-una-lettera-aperta-agli-elettori-del-m5s.html).

Soprassediamo per il momento sulle promesse a lungo termine concentrandoci invece sui provvedimenti auspicati dalla compagine di destra che sono a costo zero e che riguardano la trasparenza e la partecipazione pubblica alla governance del nostro Comune. Rileggiamo, perciò, il passaggio: "Fondamentale sarà il percorso di trasparenza e legalità che verrà iniziato per la pubblica amministrazione, con tavoli di audizione e ‘question time’. Inoltre, finalmente, ci sarà, per la prima volta nella storia del Comune di Ciampino, l’istituzione della commissione trasparenza (...) istituiremo una commissione sul debito pubblico per verificare la situazione di ASP e AmbiEnTe SpA, cosa impossibile se a vincere saranno coloro che hanno amministrato fino ad oggi e che mai hanno voluto trasparenza per i loro cittadini".

mercatino natale frascati 191201

Ad oggi la famosa commissione trasparenza (che in realtà sarebbe la commissione di Controllo e Garanzia) non è stata ancora formata, sono state solo formulate delle ipotesi (emerse dalle sedute di commissione Affari Generali) per formare una commissione speciale a tempo determinato e non permanente, oltretutto depotenziata dei poteri di ispezione e controllo sulle aziende controllate dall'ente e sugli atti e provvedimenti che determinano il bilancio. Stessa sorte per la commissione sul debito pubblico della quale ormai non si sa più nulla, dimenticata dai proclami di uscita dalla crisi dell'azienda ASP per un attivo di poche migliaia di euro(grazie agli ulteriori servizi assegnati e ben pagati dai cittadini) come se i soldi buttati dalla finestra fino ad oggi non avessero più valore, come se non importasse più a nessuno dei motivi che hanno portato le aziende partecipate ad accumulare debiti di decine di milioni d'euro che ancora oggi pesano sulle spalle dei cittadini ciampinesi proprietari per il 99% delle due aziende ASP SpA e AmbiEnTe SpA.

Ricordo il profondo rispetto quasi religioso, quasi di riverenza, da lei mostrato, Sindaco,  nei confronti di quell'elettorato fedele al prezioso lavoro svolto in opposizione dal gruppo M5S uscente che si legge in questi passaggi: "Il 26 maggio avete scelto di votare il MoVimento, coerentemente con il vostro pensiero e con i vostri ideali, sulla base di principi di trasparenza, impegno civico, serietà e competenza, basandovi su un programma completo e coerente. Una scelta fatta da oltre tremila cittadini di Ciampino che merita profondo rispetto e grande considerazione (...) Il mio appello è rivolto a tutti voi, che negli ultimi anni avete portato avanti una politica fatta di ideali quali la trasparenza, il bene comune e l’onestà, una politica che vi ha portato spesso a scontrarvi con l’amministrazione Terzulli, anche in modo aspro, ma sempre corretto. Tutte quelle battaglie, tutte quelle giuste lotte ideologiche, oggi arrivano ad un bivio (…)"

Bene, caro Sindaco, ogni giorno lei si trova di fronte a quel bivio, lo stesso di fronte al quale ha messo quell'elettorato, ed ogni giorno lei avrà occasione di onorare quel rispetto che ha dichiarato di avere in quei giorni precedenti il ballottaggio nella speranza di spuntarla al ballottaggio.

Ci aspettiamo perciò da lei, che dia immediata concretezza a quelle parole istituendo a breve giro le due commissioni, ci aspettiamo inoltre una forte discontinuità sulla trasparenza di gestione delle aziende ASP e AET rispetto a quanto fatto dall'Amministrazione Terzulli con atti concreti ed immediati come:

  • Impartire direttive affinchè siano pubblicate sull'Albo Pretorio on line  tutte le deliberazioni dei C.d.A. delle due aziende comunali al pari delle delibere di Giunta e di Consiglio, questo perché le aziende sono dei cittadini ciampinesi i quali hanno il diritto di conoscere, senza limitazioni ed in tempo reale, come vengono amministrate;

  • Far inscrivere all'o.d.g. della prima seduta utile del Consiglio una mozione depositata ormai da troppo tempo su quell'incredibile contenzioso tra il Comune di Ciampino ed A.E.T. SpA; una lite che, per i suoi riflessi sul bilancio comunale, ha decretato la fine anticipata della precedente consiliatura ma che deve essere ancor più approfondita nell'interesse di tutti i contribuenti T.A.R.I. ciampinesi.

Se non farà questo, le sue promesse saranno state le solite promesse elettorali il cui esito è ben conosciuto dall'elettorato ciampinese.

Marco Bartolucci"