I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Grottaferrata, per la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne dibattiti e iniziative

GROTTAFERRATA (attualità) - Appuntamenti da domenica 24 a cura dell’assessorato alle Politiche sociali. Il sindaco:"No alle polemiche inutili. Nel nostro comune tra Consiglio e giunta parità quasi perfetta. Possiamo diventare un vero esempio"

ilmamilio.it - nota del Comune di Grottaferrata

Lunedì 25 Novembre sarà la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne. La Città di Grottaferrata, come è ormai tradizione, sottolineerà l’importante appuntamento con una serie di iniziative a cura dell’assessorato alle Politiche sociali.

Si comincia da domenica 24 alle 17 quando, presso il Teatro Giovanni Falcone (ex Sacro Cuore) la scuola di musica Note Blu accompagnerà la lettura di brani tratti dal libro “Ferite a morte” di Serena Dandini.  L’intera giornata di lunedì sarà quindi condita di eventi significativi legati al tema.

Primi appuntamenti al mattino alle ore 10,30 in Località Pratone, a Poggio Tulliano e all’inizio di corso del Popolo dove saranno installate speciali targhette su delle panchine rosse, divenute tra i simboli più comunemente usati assieme alle scarpe da donna del medesimo colore che saranno disposte lungo la scalinata che conduce a piazzetta Eugenio Conti, sede del municipio.

L’Amministrazione ha già invitato le cittadine che avranno piacere a donare questo simbolico segno di vicinanza e solidarietà alle vittime di violenza.

Qualora imperversasse il maltempo la posa delle scarpette avverrà nell’aula consiliare del palazzo comunale. Nel pomeriggio, alle ore 16,30 presso la biblioteca comunale Bruno Martellotta in viale Dusmet sarà proiettato il film biografico “La vera storia di Lucia Annibali” con l’allestimento di una vetrina bibliografica a tema.


Gli eventi legati alla ricorrenza internazionale si concluderanno a Grottaferrata il giorno venerdì 29 novembre con il seminario interattivo sulla violenza di genere dal titolo “Ne dobbiamo ancora parlare” in programma alle 17,30 presso la biblioteca comunale con la partecipazione, tra le numerose relatrici, della senatrice Anna Maria Parente, dell’assessora alle Politiche sociali del Comune di Grottaferrata, Tiziana Salmaso e del sindaco Luciano Andreotti.

“Dal blu dei diritti dell’infanzia al rosso della Giornata contro la violenza sulle donne. Il programma del mese di novembre dell’assessorato alle Politiche sociali del Comune di Grottaferrata prosegue praticamente senza soluzione di continuità” commenta l’assessora Salmaso.

“La violenza sulle donne è una piaga sociale che esiste da sempre, ha cambiato forma, cambia nome, è stata a lungo anche in un certo modo camuffata dietro il cosiddetto delitto d’onore ma, come recita un riuscito slogan, ora serve la consapevolezza, l’unione di intenti tra comunità civile, istituzioni, mass media di far capire che non si può andare oltre, tollerare ancora. Non è normale continuare a pensare che sia tutto sommato normale che una donna debba essere vittima. Anche quest’anno, anche a Grottaferrata cercheremo di riflettere su questo” prosegue Salmaso.

191114 aeci

“Cerchiamo di farlo però in maniera matura: né come uno spot né come un momento di militanza femminista ma come un servizio a tutta la società che passerà per momenti di cultura, immagini dal forte valore simbolico, il colore rosso nel quale ci sono tanti mondi che cercheremo di far emergere e una analisi dal punto di vista scientifico, sociologico, legale, politico con la speranza - conclude l’assessora - di riuscire ad estrarre, alla fine di questa settimana, una bozza di soluzione possibile o almeno un contributo attuabile proprio a partire dal nostro territorio”.

Il sindaco Luciano Andreotti ha voluto da parte sua e sulla scia dei concetti espressi dall’assessora, ringraziare per l’impegno che con sempre maggiore convinzione si mette sulla data del 25 novembre.
“Questo appuntamento sta diventando un simbolo importante e un momento di fondamentale presa di coscienza per questa epoca avara di valori e concetti che stiamo vivendo”.

“Ringrazio l’assessora alle Politiche sociali, la presidente del Consiglio comunale e tutte le consigliere che continuano ad adoperarsi affinché questo sia un momento di unità” ha detto ancora il sindaco. “Ciò che auspico di più - ha concluso Andreotti - è che in barba a chi vorrebbe fare polemica anche su queste tematiche, si risponda a Grottaferrata come ad ogni altro livello con un impegno e una consapevolezza ancora maggiori che vedano d’ora in avanti sempre più impegnati a diffondere il messaggio di civiltà che è il contrasto alla violenza sulle donne, anche e sempre di più gli uomini. Perché solo così potremo davvero dire di aver vinto la sfida e cominciato ad abbattere il muro del sessismo che è l’origine della discriminazione e della sopraffazione talora violenta che non deve avere più ragione di esistere.

Tra Consiglio e giunta – ha detto infine il sindaco -  siamo quasi alla parità perfetta tra i generi. Primo passo effettivo che, dandogli il giusto senso, può diventare elemento di qualità per il nostro Comune”.