I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Marino: psicosi furti, anche l’ex amministratore Ciamberlano vittima dei ladri

MARINO (cronaca) - Ciamberlano: "Servono le ronde"

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Non si ferma la raffica di furti nel territorio di Marino. Dopo i colpi segnalati a Santa Maria delle Mole e Cava dei Selci, intorno alle 18 di lunedì scorso alcuni malviventi si sono introdotti in un’abitazione fra via Prato della Corte e la zona di Costa Caselle. La vittima del colpo è stato l’ex consigliere comunale Emanuele Ciamberlano.

I malviventi hanno scassinato la porta d’ingresso e si sono entrati nella casa. Soltanto per poco, i ladri non hanno incrociato il proprietario di casa.

La scorsa settimana ad essere colpita è stata una famiglia di Santa Maria delle Mole e solo pochi giorni prima sono sparite tre macchine a Cava dei Selci.

Dopo essere finito vittima dei “topi di appartamento”, l’ex amministratore Emanuele Ciamberlano si è soffermato sulla tematica.

191114 aeci

“La questione sicurezza dovrebbe essere prioritaria nell’ agenda di tutti i partiti politici – commenta Ciamberlano - Impensabile che non sia prioritaria la libertà di poter uscire di casa la mattina ed andare a lavoro tranquillo piuttosto che  andare sereno ad una cena senza avere sempre la preoccupazione che qualcuno in qualunque momento possa violare il tuo luogo sacro: l’abitazione. Purtroppo anche su questo tema si riscontrano spesso divisioni e contrapposizioni anche di carattere razziale. Io direi che la colpa e la responsabilità è di tutti senza distinzioni di razza. La colpa di uno Stato debole che si trova con i suoi bracci operativi (carabinieri, polizia, etc..) sempre più a corto di risorse e con i cittadini esasperati perché in fondo in qualunque modo il luogo sacro va difeso e tutelato. Le ronde dei cittadini nascono per dare questa risposta. Non sono né fasciste né comuniste sono soltanto un modo dei cittadini di auto organizzarsi a tutela dei beni primari che lo Stato appunto non riesce sempre a difendere. Non è escluso che non parta qualcuna di queste iniziative anche dalle nostre parti. Troppi i furti nelle abitazioni che si stanno registrando ovunque sul territorio”.

 

 

Commenti   

0 #1 Oravla 2019-11-21 21:10
Quasi tutti i cittadini sono d'accordo, ma chi dirige il giochi la pensa diversamente e trovano "per il bene dei cittadini" il modo di farci sentire sbagliati.
Abbiamo solo una possibilità.
NON VOTARLI.
Citazione