I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Ciampino, rientrati i 5 militari italiani feriti in Iraq. Ora trasferiti presso l'ospedale militare del Celio

Risultato immagini per ciampino di maio"CIAMPINO (cronaca) - Ad accoglierli, il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio e il capo di Stato maggiore della Difesa, generale Enzo Vecciarelli.

ilmamilio.it

E' atterrato a Ciampino oggi pomeriggio l'aereo che ha riportato in Italia i militari coinvolti dall'esplosione di un IED in Iraq lo scorso 10 novembre. Ad accoglierli, il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio e il capo di Stato maggiore della Difesa, generale Enzo Vecciarelli. La decisione è stata presa dopo che i sanitari militari nazionali hanno appurato le loro condizioni presso l'Ospedale militare USA della Base di Ramstein in Germania e deciso di trasferirli presso l'ospedale militare del Celio a Roma.

Pochi minuti dopo l'atterraggio del C130 cinque ambulanze militari e pulmini si sono recati sotto bordo del velivolo. A seguire i ministri Guerini e Di Maio, con accanto il capo di Stato maggiore della Difesa Vecciarelli, il capo di Stato Maggiore dell'esercito generale Salvatore Farina ed il capo di Stato Maggiore della Marina, ammiraglio Giuseppe Cavo Dragone, si sono recati sotto bordo dove hanno incontrato i militari e i familiari.

I militari verranno trasferiti all'ospedale militare del Celio. "Ci stringiamo a loro e alle loro famiglie, felici di poterli riabbracciare. Siamo orgogliosi del lavoro che le nostre donne e i nostri uomini in uniforme svolgono con grande professionalità e coraggio ogni giorno nel mondo. Il loro impegno nelle aree di crisi rappresenta un contributo essenziale per difendere quei diritti, libertà e valori che stanno alla base della nostra costituzione e del diritto internazionale", così il Ministro degli Esteri Di Maio.