I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Grottaferrata, Lega: "La sensibilità istituzionale di Andreotti sempre più a senso unico"

GROTTAFERRATA (attualità) - Il partito: "Dimentica il giorno della Libertà, in silenzio per le Foibe, 4 novembre con una corona in un parco abbandonato..."

ilmamilio.it - nota stampa

Riceviamo e pubblichiamo:

"La sensibilità istituzionale del Sindaco Andreotti si conferma sempre più a senso unico e del resto vedendo da dove arrivano le nuove stampelle all'amministrazione non dovrebbe nemmeno sorprendere.


Strana la dimenticanza di dire due parole sul Giorno della Libertà la cui celebrazione odierna, magari lo ricordiamo ai più distratti in comune, è Legge Nazionale. La caduta del Muro di Berlino con la conseguente sconfitta dell'idea comunista è storia e andrebbe ricordata, come in tutta Italia si sta facendo, anche a Grottaferrata. Certo molti di quelli in giunta oggi, il 9 novembre di trent'anni fa si ritrovarono senza una casa ed ovviamente qualche mal di pancia in queste ore sono costretti a sopportarlo e per farlo si sono buttati nel fintocivismo con il colpevole supporto di presunti esponenti del centrodestra locale.


Ricordiamo però il trasporto commosso e gioioso quando si trattò di celebrare il 25 aprile da parte dell'amministrazione, la stessa amministrazione che invece si segnalò per l'assordante silenzio nel Giorno del Ricordo il 10 Febbraio in memoria dei Martiri delle Foibe. Sia nella pagina personale del sindaco che in quella del Comune di Grottaferrata non vi fu traccia di alcun pensiero partecipato a parte una lettera alle scolaresche buttata lì tanto per fare e non farsi parlar dietro.

E poi come dimenticare il 4 novembre dello scorso anno il manifesto sbiadito con la dicitura "Forza Ragazzi" che secondo loro avrebbe dovuto celebrare il centenario della vittoria nella Prima Guerra Mondiale e soprattutto rendere onore al sacrificio di tanti italiani? Un bambino di 2 anni avrebbe fatto di meglio dell'ufficio propaganda del sindaco, di solito reattivo come una tartaruga zoppa e la cui sollecitudine nel riferire delle ultime consultazioni ha fatto sussultare quelli dell'antidoping (ironia).


Anche quest'anno mentre tutti i comuni limitrofi festeggiavano il 4 novembre con il pieno coinvolgimento delle scolaresche a Grottaferrata, quasi sotto traccia, si mettevano due corone di cui una appoggiata in un parco sempre chiuso e abbandonato e soprattutto con le bandiere istituzionali a pezzi.

La cosa belle è che poi accusano le testate locali di essere di parte...

Però per la gioia dei nuovi supporter del sindaco in consiglio comunale, il 14 novembre c'è la mozione sull'antifascismo... Fenomeni!"