I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Albano, Cammarano (Italia Viva): “No ai fatti di cronaca come strumenti elettorali”

ALBANO (politica) - la nota dell'esponente di Italia Viva, Enrica Cammarano, in seguito alle parole di ieri di un dirigente della Lega

ilmamilio.it - nota stampa

Riceviamo e pubblichiamo dal consigliere comunale Enrica Cammarano, delegata alla Sicurezza, ed entrata in Italia Viva all'indomani della nascita del nuovo movimento politico di Matteo Renzi.

 

“Il 2020 si avvicina e la campagna elettorale per le prossime amministrative ad Albano Laziale comincia naturalmente a farsi sentire. Dispiace, però, che episodi di cronaca, che nulla hanno a che fare con gli indirizzi politici di una città, vengano strumentalizzati per denunciare mancanza di attenzione da parte della nostra amministrazione.  L’ultimo caso, in ordine di tempo, ieri quando una donna è stata investita a Cecchina mentre attraversava la via Nettunense.  

LEGGI ANCHE -- > Cecchina, donna investita mentre attraversa la Nettunense

Nell’esprimere sincera vicinanza alla sfortunata signora mi chiedo a cosa e a chi serva alimentare polemiche inutili. Il tema sicurezza sta a cuore a tutti, lo dimostra una serie di scelte adottate in ottica di prevenzione. Non credo che la presenza di un vigile urbano mattina e pomeriggio su un tratto di strada possa scongiurare incidenti, ma piuttosto penso che siano necessarie  prudenza e una più attenta educazione stradale da parte di chi guida. Ma dobbiamo anche essere seri e avere il coraggio di dire che nessuna città può permettersi un vigile su ogni strada comunale. Dobbiamo mostrare onestà intellettuale perché i cittadini meritano di più di slogan elettorali e propaganda fine a se stessa”.

sfaccendati 191009

 

190830 lupa3 ilmamilio

 

consorzio ro.ma