I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Parco dei Castelli, parte la campagna 'Ri-Forestiamo i Castelli Romani"

Risultati immagini per riforestiamoROCCA DI PAPA (attualità) - Uno dei vivai sarà realizzato nel boschetto di Villa Barattolo (Rocca di Papa), sede istituzionale del Parco

ilmamilio.it

Il Parco dei Castelli Romani ha condiviso (delibera n. 49 del 30/09/2019), la proposta di collaborazione pervenuta dall’ecoistituto “Reseda onlus - Energie da condividere, un futuro da preservare”, per la campagna di azione collettiva e progetto inerente la difesa della biovarietà degli ecosistemi, nell’area dei Castelli Romani.

La campagna “Ri-Forestiamo i Castelli Romani”, non si propone solo di piantare alberi, ma intende contribuire alla realizzazione di una rete diffusa di vivai dove riprodurre, attraverso l’utilizzo di semi autoctoni coltivati in fitocelle (10x10x25), alberi ed arbusti autoctoni dei Castelli Romani, dando la possibilità ai singoli cittadini, alle associazioni, alle scuole, di partecipare direttamente a questa attività di tutela e conservazione della flora e della fauna, in un contesto operativo collettivo, volto a potenziare la capacità  delle comunità locali di far fronte ai problemi relativi all’ambiente, in particolare quelli legati ai cambiamenti climatici.

190830 lupa3 ilmamilio
L’obiettivo dell’iniziativa è quello di ricostruire, nel tempo, la foresta laddove è stata distrutta o danneggiata, concentrandosi sulle specie di piante ed arbusti caratteristici degli habitat delle ZSC (Zone Speciali di Conservazione) inserite nella rete europea “Natura 2000” – Cerquone Doganella (Rocca Priora), Maschio dell’Artemisio e lago Albano. Uno dei vivai sarà realizzato nel boschetto di Villa Barattolo (Rocca di Papa), sede istituzionale del Parco; ognuno è invitato a dare il proprio contributo coltivando i semi nel giardino di casa, sul balcone o in luoghi adeguati. Sarà in seguito compito dei Comuni sempre in collaborazione con il Parco, stabilire le aree dove mettere a dimora, le piantine per riqualificare eventuali zone in cui sono necessari interventi di rimboschimento.



Tutti i soggetti pubblici e privati interessati a partecipare alla campagna avranno il sostegno metodologico e il patrocinio del Parco dei Castelli Romani.

Per attivare patrocinio ed eventuale sostegno metodologico del Parco è sufficiente inviare una e-mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. con oggetto “partecipazione al progetto ri-forestiamo”; nella mail dovrà essere indicato il nominativo di un referente e i relativi contatti. Dovrà essere indicato anche il Comune di localizzazione del vivaio e il numero presunto di fitocelle (10x10x25) che ne faranno parte.

consorzio ro.ma