I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Palestrina- Zagarolo: terminate le operazioni di rimozione dell’ordigno bellico - FOTO

PALESTRINA/ZAGAROLO (cronaca) - Circa 6mila le persone evacuate tra le due città per le operazioni

ilmamilio.it

Terminate tra Palestrina e Zagarolo le operazioni di despolettamento e rimozione della bomba di fabbricazione tedesca della seconda guerra mondiale da 250 libbre che è stata ritrovata vicino un centro commerciale alcuni giorni fa.

6mila circa le persone evacuate e messe in sicurezza con un cronoprogramma rispettato. Gli artificieri del sesto Regimento  Genio Pionieri dell'Esercito hanno portato l'ordigno in una cava periferica per farlo brillare.

Tutte le operazioni si sono svolte con l'ausilio di Polizia di Stato, Protezione Civile, Carabinieri, Croce Rossa, Polizia Locale e sono state coordinate dal viceprefetto Nicola Di Matteo, commissario straordinario del Comune di  Genzano.

"Dopo la messa in sicurezza dell’ordigno bellico, si comunica che tutti i varchi del territorio sono stati riaperti - affermano dal Comune di Zagarolo -  l’amministrazione comunale, la Protezione Civile GABI e la Croce Rossa Comitato Gabio ringraziano tutta la cittadinanza per la collaborazione".

190830 lupa3 ilmamilio