I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Rocca di Papa, apre l'anno scolastico. Cimino: "Rispettate le norme sulla sicurezza" - FOTO

ROCCA DI PAPA (attualità) – Comitato Genitori ha chiesto confronto continuo con amministrazione

ilmamilio.it

A Rocca di Papa hanno riaperto regolarmente questa mattina tutte le scuole del territorio.

Particolare l'attenzione sulla scuola elementare e media in Via Cesare Battisti, il 'Pocek', dove sono state trasferite le classi della scuola elementare danneggiata dopo lo scoppio del Comune il 10 Giugno scorso su Corso della Costituente.

Sul posto anche il vice sindaco Veronica Cimino, il comandante della polizia locale Gabriele Di Bella e alcuni consiglieri comunali, la preside Pierangela Ronzani. La Cimino ha rassicurato che presto riaprirà anche la palestra del seminterrato dove si stanno eseguendo dei lavori per la realizzazione di alcuni pozzetti per la ventilazione visto la presenza di Radon.

I bambini delle elementari hanno indossato tutti una coroncina di alloro per salutare l'inizio dell' Anno Scolastico ed hanno ricordato  il sindaco Emanuele Crestini e il delegato comunale Vincenzo Eleuteri, scomparsi dopo il tragico evento di Giugno. E' intervenuto anche il Comitato Genitori,  che ha chiesto all'amministrazione comunale un confronto continuo sulle condizioni delle strutture scolastiche al fine di migliorare la sicurezza dei bambini e di tutto il corpo docente e non docente.

Attualmente nella scuola "Leonida Montanari" di via Battisti ci sono circa 500 alunni.

La Cimino ha dichiarato che tutti i lavori  sono stati fatti rispettando le disposizioni di legge sulla sicurezza, prima di riaprire le scuole. Per quel che riguarda la scuola comunale centrale, la 'Centro Urbano', è ancora sotto sequestro giudiziario per via delle indagini della magistratura. E' stato chiesto a tal proposito il dissequestro urgente per iniziare i lavori di messa in sicurezza, che non sono molti, in quanto la struttura dopo lo scoppio del comune ha subito solo danni lievi a qualche porta e finestra.

190830 lupa3 ilmamilio

 

consorzio ro.ma