I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Marino, “Divieto di sosta sulla SS 140 è legittimo!”


MARINO (attualità) - dibattito sul cartello di divieto di sosta sulla S.S. 140

ilmamilio.it 

Da un cittadino riceviamo e pubblichiamo.

“Sono un residente di Castel Gandolfo e anche uno dei tanti lettori del Vostro autorevole settimanale. Grazie innanzi tutto per il lavoro che fate.

Ho letto il Vostro articolo “Il Comune affronti questione divieto di sosta su SS 140”.

Sicuro di condividere il pensiero di centinaia di persone mi permetto di dire che il cartello di divieto di sosta sia legittimo e anzi direi, tardivo! 

Leggo il Comitato di quartiere Due Santi voglia a tutti i costi consacrare una porzione della carreggiata S.P. 140 - di competenza della Citta Metropolitana Roma - a parcheggio ad uso personale e che tra l’altro non è “mai esistito” o è mai stato legittimato da alcuna amministrazione.

Passo spesso su quella strada e spesso sono costretto a invadere la carreggiata opposta a causa, appunto, delle auto che impropriamente sostano su una porzione della Strada Provinciale 140. Per non accennare a portiere che si aprono improvvisamente da coloro che scendono o salgono sulle auto in sosta. Vale la pena ricordare che la zona è assiduamente frequentata da ciclisti, camminatori e autobus turistici e Cotral che come me sono costretti alla gimcana - a causa delle auto in divieto di sosta - con la circolazione in senso opposto.

Per quanto sopra detto io penso, così come la stragrande maggioranza dei residenti nelle zone limitrofe, che sia sacrosanto e legittimo il cartello di divieto di sosta da poco installato.

Con ciò non voglio dire che i residenti non debbano avere una zona su cui parcheggiare il loro parco veicoli, ma ci vuole senso civico, senso di responsabilità e non a discapito della sicurezza per l’incolumità di tutti!”.

consorzio ro.ma 
  • 190830 lupa3 ilmamilio