I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Monte Porzio, il Comitato Tutela e Salvaguardia interroga il Comune su un taglio di alberi in città

MONTE PORZIO (attualità) - La vicenda risale al 23 agosto

ilmamilio.it

Un taglio di alberi al parco dell’ ex-albergo Giovannella, a nei pressi di un campo di calcio, a Monte Porzio Catone, diventa oggetto di attenzione del Comitato di Salvaguardia e la Tutela dell’ambiente, che ora pone ora degli interrogativi alla Giunta in carica.

consorzio ro.ma

“Una mattina di agosto – affermano i suoi attivisti – siamo stati svegliati dal rumore delle motoseghe e vediamo cadere uno dopo l’ altro degli alberi, pini marittimi, che erano qui prima ancora che venisse costruita la casa e la pineta diminuisce istante dopo istante. Allarmati da questo ci rivolgiamo subito alla forestale memori delle conseguenze civili e penali per chi nel lontano 2015 ha deciso di tagliare senza permessi ben 107 piante lungo via del Tuscolo. Ed avanziamo una serie di domande”.

sagra porchetta ilmamilio

“Un privato ha acquistato l’albergo Giovannella all’asta Giudiziaria dopo il fallimento di quest’ultimo – afferma ancora il comitato - Si segnalava uno stato di abbandono e l’ utilizzo non consono della struttura da parte di senzatetto. Dopo l’ acquisto, con la precedente amministrazione monteporziana, è stato stipulato un accordo nel quale il comune cedeva al proprietario una particella di terreno a ridosso dell’ albergo ed il proprietario cedeva al comune una particella di terreno a ridosso del campo sportivo, dove sarebbe sorto un parcheggio. La particella del parcheggio è quella con la pineta oggetto in questi giorni dei tagli. Il proprietario ha provveduto a presentare comunicazione al comune di “edilizia libera” per movimenti terra ed assieme a questa comunicazione ha preparato una relazione di parte di un Agronomo Forestale, il quale ha dichiarato, che gran parte degli alberi della pineta erano a rischio stabilità e/o malati e dovevano quindi essere tagliate via. Assieme al taglio c’è l’impegno (non obbligo) alla ripiantumazione di specie adulte adattabili al luogo”.

sfaccendati190826jpg

“Abbiamo chiesto di avere gli estremi di qualche nulla osta - proseguono dal Comitato - è emerso che il terreno non ricade nell’area a maggior tutela del parco, ma solo nell’ area contigua, quindi non necessita di nulla osta del parco. Inoltre secondo l’ area tecnica del comune di Monte Porzio Catone per come riferito dal sindaco Pulcini, secondo il Decreto del Presidente della Repubblica 13 febbraio 2017, n. 3 le operazioni di “sosttuzione” non necessitano di autorizzazione paesaggistica". Il Comitato però contesta questa soluzione: "Sempre dallo stesso decreto si evince necessaria l’ autorizzazione paesaggistica poiché: “B.22. taglio, senza sostituzione, di alberi, ferma l’autorizzazione degli uffici competenti, ove prevista; sostituzione o messa a dimora di alberi e arbusti nelle aree, pubbliche o private, vincolate ai sensi dell’art. 136, comma 1, lettere a) e b) del Codice, ferma l’autorizzazione degli uffici competenti, ove prevista”.

Il Comitato ora vuole conoscere, oltre all'iter amministrativo, che tipo di indagini e proiezioni sono state fatte a livello idrogeologico a valle dell’ eradicazione di una macchia verde che assorbe acqua piovana rispetto alla tenuta idrogeologica del pendio ed alla possibilità di allagamenti a valle dovuti all’ impermeabilizzazione del suolo.

banner canarini 190824