I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Dopo il terribile incendio i cittadini si ritrovano nell'Unione civile per il Tuscolo

incendio tuscolo11 ilmamilioFRASCATI (attualità) - Il gruppo Facebook nato nelle scorse ore conta già 600 membri. "Vogliamo fare qualcosa di concreto per tutelare il nostro territorio"

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Il terribile incendio che nella notte tra il 22 e 23 agosto ha devastato il Tuscolo facendolo diventare un colle infuocato ha comunque avuto il merito, se possibile, di suscitare un sincero moto di reazione da parte dei cittadini e delle istituzioni.

Tra le varie iniziative che si stanno animando sul territorio, particolarmente interessante e seguita è quella del gruppo Facebook “L’unione civile per il monte Tuscolo” che nel giro di poco più di una giornata ha raccolto quasi 600 membri.

“L’intenzione – spiega Davide Coni – è quella di darci una svegliata per tutelare il nostro territorio. Sto quindi cercando di creare un gruppo di persone "speciali" e volontari che hanno la forza e la volontà per fare qualcosa di reale ed immediato”. Un gruppo che, per sua costituzione, si dichiara apolitico e lontano da ogni associazione già presente sul territorio.

ISCRIVITI AL GRUPPO --->>>

banner canarini 190824Il comitato virtuale pro Tuscolo al momento è dunque già diventato il naturale collettore di idee, proteste, consigli, istanze e programmi che pongono l’area del parco naturale ed archeologico, così duramente provata (ma fortunatamente senza conseguenze gravissime nonostante la vastità dell’incendio), al centro di un’azione civica di tutela e rilancio. “Vogliamo iniziative concrete e vogliamo parlare con gli amministratori locali: tutti insieme possiamo fare qualcosa per il nostro territorio”.

consorzio ro.ma