I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Zingaretti indica la via per il nuovo governo ai 5 Stelle: “Ecco cinque punti per trattare”

Risultati immagini per zingaretti mamilioDa oggi pomeriggio alle ore 16 Mattarella avvia le consultazioni. Il voto anticipato non è comunque escluso

ilmamilio.it

Crisi di governo. Questo pomeriggio, alle 16, Mattarella avvierà le consultazioni dopo le dimissioni di Giuseppe Conte. Il primo incontro sarà con il presidente emerito Giorgio Napolitano, a cui seguiranno quelli con i presidenti di Camera e Senato, Roberto Fico e Elisabetta Casellati. Giovedì toccherà invece ai partiti: prima il Pd, poi a seguire Lega e M5s. Infine le sigle minori. Tutto in due giorni. Se ci sarà la possibilità di ipotizzare un governo forte e di legislatura si procederà. Altrimenti si andrà al voto anticipato ad ottobre.

La direzione del Pd ha dato mandato al segretario di trattare con il M5S. E Nicola Zingaretti fissa i punti che dovranno costituire la base della trattativa, in un documento approvato all'unanimità. Il Pd "intende concentrare la propria iniziativa per l'avvio di una fase politica nuova e la verifica di un'altra possibile maggioranza parlamentare in questa legislatura".

sagra porchetta ilmamilio

1. L'impegno e l'appartenenza leale all'Ue per una Europa profondamente rinnovata, un'Europa dei diritti, delle libertà, della solidarietà e sostenibilità ambientale e sociale, del rispetto della dignità umana in ogni sua espressione.

2. Il pieno riconoscimento della democrazia rappresentativa incarnata dai valori e dalle regole scolpite nella Carta Costituzionale a partire dalla centralità del Parlamento. 

3. L'investimento su una diversa stagione della crescita fondata sulla sostenibilità ambientale e su un nuovo modello di sviluppo.

4. Una svolta profonda nell'organizzazione e gestione dei flussi migratori fondata su principi di solidarietà, legalità sicurezza, nel primato assoluto dei diritti umani, nel pieno rispetto delle convenzioni internazionali e in una stretta corresponsabilità con le istituzioni e i governi europei.

5. Una svolta delle ricette economiche e sociali a segnare da subito un governo di rinnovamento in una chiave redistributiva e di attenzione all'equità sociale, territoriale, generazionale e di genere.

"In tale logica affrontare le priorità sul fronte lavoro, salute, istruzione, ambiente, giustizia. Evitare l'inasprimento della pressione fiscale a partire dalla necessità di bloccare con la prossima legge di bilancio il previsto aumento dell'Iva".

"Sento su di me tutto il peso e la complessità della sfida e guiderò questo processo complesso, nel totale disinteresse personale, nella massima trasparenza, senza secondi fini. Lo farò e c'è una storia di una vita a dimostrare che lo farò. Non alimenterò sospetti ma non accetterò che si alimentino sospetti sul mio operato, perché questo si' sarebbe davvero la fine di tutto". Così Zingaretti al termine della Direzione.