I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Risposta del direttore de ilmamilio.it al sindaco di Ciampino Daniela Ballico

ballico daniela6 ciampino ilmamilioCIAMPINO (politica) - Dopo gli attacchi delle scorse ore sulla pagina Facebook

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Gentile sindaco Daniela Ballico - la compiaccio nel suo desiderio di non essere chiamata "sindaca", davvero curioso -,

pur non volendo scendere in polemica mi trovo costretto a rispondere al particolarmente curioso post che ho avuto modo di leggere sulla sua pagina Facebook e che chiamava in causa la testata che ho l'onore di aver fondato, ormai 12 anni fa, e di dirigere con enorme passione.

Un post, le dicevo, che mi ha incuriosito: non per la violenza delle parole usate (e non è la prima volta, ma ci abbiamo già fatto il callo) né tantomeno per le insinuazioni e la velata intimidazione verbale che probabilmente ha inteso riversare nel suo scritto (poi supportata nei commenti dei suoi fan, alcuni davvero meritori di approfondimento), quanto per il fatto di non aver saputo fornire una risposta ad un cittadino che, per ben tre volte, ha chiesto - attraverso la nostra testata - chiarimenti sulla mancanza di pubblica illuminazione nella zona di piazza Trento e Trieste (LEGGI Ciampino, piazza Trento e Trieste sempre al buio. "Dove sono i tecnici che dovevano intervenire?").

Chiarimenti che invece il suo assessore Massimo Grasso, col grande senso amministrativo che da anni gli riconosco, aveva invece voluto dare. (LEGGI).

Le chiedo dunque: insulti ed attacchi al nostro giornale a parte, a che punto siamo con quanto chiede il cittadino? Insomma: a parte il particolare della sua residenza (non so sinceramente dirle a chi si riferisse il cittadino che ci ha scritto, ma ciò mi sembra molto marginale nel contesto), quali sono le altre cose "non vere" della lettera del signore ciampinese? Quando pubblicherà le foto della piazza in questione nuovamente illuminata? Quello ci saremmo aspettatti nel suo bell'intervento su Facebook.

La luce, sindaco, c'è o no?

sagra porchetta ilmamilio

Passiamo al resto. Se lei ritiene che un giornale debba essere il trombone e la cassa di risonanza della sua Amministrazione con questo derogando all'obbligo di essere la voce dei cittadini e di essere parte critica, quando occorra e quando di diritto, relativamente al suo operato, siamo davvero fuori, fuori strada. I cittadini che ci scrivono, soprattutto quando lo fanno - come in questo caso - corredando di foto i propri scritti e circostanziando i fatti, troveranno sempre posto sul nostro organo di informazione. Come accaduto a lei, sindaco, quando la ospitavamo, su questa ed altre piattaforme, nel corso della campagna elettorale. Curiosi davvero gli attacchi di oggi.

Le sue parole, le sue illazioni, i suoi attacchi, non ci faranno senz'altro derogare a quella che è la nostra mission. Non è accaduto, mai, in passato, e non accadrà certamente ora che lei siede su uno scranno sul quale l'ha messa 1 ciampinese maggiorenne su 4 (i suoi 7913 voti al ballottaggio valgono il 25% degli aventi diritto al voto), dopo che al primo turno poco più di 1 ciampinese maggiorenne su 5 (il 21%) aveva votato la sua coalizione. Uno scranno sul quale lei con piena legittimità siede: si chiamano legge elettorale ma soprattutto democrazia. E' bene, sindaco, che lei questi numeri li ricordi bene in questi anni. Perché lei è il sindaco anche dei 3 ciampinesi su 4 che non l'hanno votata al ballottaggio, magari come il lettore che ci ha scritto. Non possiamo saperlo.

consorzio ro.ma

Mi auguro, sindaco, che allo stesso modo in cui attacca il nostro giornale per aver pubblicato la lettera di un cittadino (che era nel pieno diritto di scriverci e che ha sollecitato la giusta e circostanziata risposta dell'assessore competente) saprà prendere per mano le sorti della sua città. Saprà dunque, allo stesso modo, al di là della chiacchiere, risollevare i conti di un Comune messo in ginocchio dai suoi predecessori e rianimare le sorti delle due società partecipate, Ambiente e territorio ma soprattutto Asp. Saprà, similmente, dare dignità a Ciampino e mantenere almeno un terzo del suo programma elettorale.

Incuriosisce davvero il suo post, sinceramente. Lei, sindaco, è ancora in luna di miele e ben presto questa finirà. La campagna elettorale è finita da due mesi, i cittadini le chiederanno a partire dai prossimi mesi risposte e interventi concreti. E lei dovrà semplicemente fare ciò che è stata chiamata a fare: amministrare la città. Ed anche molti di coloro che la supportano potranno cambiare idea: accadrà. Lì, solo lì, vedremo davvero di che pasta è fatta la squadra che ha allestito promettendo a Ciampino di voltare pagina dopo anni difficili.

Di noi, sindaco, non si preoccupi. Noi il nostro lavoro lo facevamo prima e continueremo a farlo domani. Ad ognuno il suo: lei - ed è un consiglio - pensi ad amministrare.

 Il direttore: Marco Caroni

Commenti   

0 #2 Domenico Di Pietro 2019-08-23 11:41
Commento efficace e signorile che non si può che sottoscrivere.
Complimenti al Direttore Caroni e un caro saluto e un augurio di buon lavoro alla Sindaca.
Cordiali saluti.
Domenico Di Pietro
Citazione
0 #1 Sergio 2019-08-17 23:49
Gentili signori capisco che il sindaco di ciampino(ripeto in italiano corretto sindaco) essendo di destra a qualcuno da fastidio. Pero' deve essere rispettato cio' "che I cittadini di Ciampino hanno scelto democraticamente.
te. Per quelle anomalie che ritenete pesanti
in parte sono rimasugli del passato. Non vi siete mai accorti di come erano ridotte le strade ed i servizi nel passato?
Allora evitiamo strascichi politici guardando le realtà e dando il tempo necessario per tutti e tanti lavori lasciati a suo tempo in eredita'. Distinti saluti.
Citazione