I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Roma VS Lazio: due strade diverse, lo stesso obiettivo stagionale

calcio ilmamilioFRASCATI (attualità) - Tra poche settimane inizia il campionato 2019-20

ilmamilio.it

Roma e Lazio, due squadre rivali da sempre e oggi “unite” almeno nel proprio obiettivo: conquistare il quarto posto, valevole per l’accesso alla Champions League 2020/2021. Quest’anno la competizione sarà più accesa del solito ma, per motivi economici e sportivi, entrambe hanno ottime ragioni per centrare questo risultato. Ovviamente non sarà facile, né è possibile sapere come andranno le cose: però un’analisi “a freddo” della situazione di entrambe può aiutare a farsi una prima idea sulla questione.

La Roma

Si parte dalla Roma, una squadra quadrata ma non priva di difficoltà. Perché la piazza sogna sempre grandi colpi, ma le casse americane della società devono rispettare i paletti del fair play finanziario. Ecco perché ad oggi non ci sono stati ancora grandi acquisti, al netto della cessione di Manolas. I big sembrano essere stati piazzati in cassaforte (Dzeko e Zaniolo su tutti), mentre nella casella delle entrate si è aggiunto un buon giocatore come Veretout, a lungo conteso con il Milan.

Guai, ovviamente, a dare il mercato per scontato, anche se oggi dalle parti della Capitale, la sponda giallorossa pare tutto sommato placida. Dovesse andare via Dzeko, a quel punto ritornerebbe calda la pista Higuain, e le carte verrebbero mescolate ancora una volta. Nel frattempo, si aspetta anche l’inizio del campionato: la Roma esordirà in campionato il 25 agosto in casa con il Genoa. Una partenza abbastanza morbida, come sostengono anche le quote delle scommesse sulla serie A di William Hill: il portale di betting inglese, non a caso, quota la Roma vincente 1.42, con il pareggio a 4.6 e la sconfitta a 8.5. Di conseguenza, i giallorossi dovranno essere abile a sfruttare l’esordio per iniziare a chiarire i suoi intenti ai concorrenti. Lazio in primis.

La Lazio

Pure la Lazio sta attraversando un periodo molto simile a quello della Roma, almeno da un punto di vista del mercato. Perché gli arrivi sono pochi, ma anche le cessioni non sono poi così importanti. Fino ad ora è ancora fermo al suo posto il gioiello biancoceleste Milinkovic-Savic, e questo rappresenta già un mezzo miracolo, considerando che la sua cessione sembrava scontata. D’altronde Lotito doveva in qualche modo difendere la competitività del suo team, dopo le voci di addio del DS Tare (corteggiato dal Milan) e di Simone Inzaghi. E invece sono rimasti tutti, e la speranza è proprio questa: partire da una base già solida, contro una Roma che dovrà per forza di cose assimilare gli schemi del nuovo allenatore Fonseca. E quest’ultimo aspetto potrebbe far perdere qualche prezioso punto per strada ai giallorossi. L’aria in casa Lazio è dunque rilassata: il gruppo c’è, la squadra si allena e si diverte. Anche qui, però, il discorso appare inevitabilmente parziale, perché manca ancora un mese alla fine del calciomercato.

Per quanto riguardo l’esordio, invece, la Lazio dovrà sudare sin da subito: l’esordio avverrà a Marassi contro la Sampdoria, con i biancocelesti favoriti (2.35). Il pareggio è quotato 3.3, mentre la vittoria della Samp è a quota 3.2.

Non resta dunque che attendere lo start (in programma per il 25 agosto), per iniziare a capire che tipo di stagione vivranno le due romane.