I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Un seminario tecnico sui vitigni autoctoni del Frascati doc e dei Castelli

seminarioclonemalvasia 2FRASCATI (attualità) – Organizzato a Villa Tuscolana da Fontana Candida con Arsial e Crea-Ve

ilmamilio.it

Un seminario tecnico di approfondimento sul tema dei vitigni autoctoni dei Casteli romani. L’incontro, svoltosi qualche giorno fa nella bella cornice di Villa Tuscolana, è stato promosso da Fontana Candida -Gruppo Giv Spa, in collaborazione con Arsial e Crea-Ve.

A proposito dell’azienda di via Fontana Candida, Mauro Merz e Paolo Savo Sardaro hanno illustrato lo studio che si sta conducendo su un vigneto sperimentale nel quale sono stati isolati dei biotipi sconosciuti denominati Autonomo 1-Autonomo 2- Autonomo 3 e Autonomo 4. Dal vigneto sperimentale, condotto con la collaborazione dell’Arsial, stanno continuando le ricerche sia per identificare la natura genetica dei biotipi sia per valutarne la valenza enologica con l’obiettivo di arrivare all’iscrizione nel Registro nazionale delle varietà di vite.

consorzio ro.ma

Inoltre è stato fatto il punto, dopo l’individuazione nel vigneto Santa Teresa di Fontana Candida, su alcune viti di Malvasia puntinata che fenotipicamente evidenziavano caratteri morfologici caratteristici della varietà ma diversi dalla Malvasia puntinata presente nei vivai. Si è così deciso di procedere ad una analisi per l’identificazione varietale alla quale hanno fatto seguito accertamenti sanitari per verificarne la compatibilità con un percorso di selezione clonale. Da questi accertamenti è emerso che le piante oggetto dell’indagine erano affette da 1 e 2 virosi.

E’ stato ritenuto pertanto opportuno iniziare, in collaborazione con Arsial e con il supporto scientifico del CREA-VE di Conegliano, l’iter di risanamento dei biotipi da avviare alla selezione clonale.

Data l’importanza che il vitigno riveste nei disciplinari di produzione della Dop Frascati e Roma, riconducibile ai caratteri unici e specifici per la qualità e l’identificazione territoriale del vino, nel seminario tecnico è stato esposto lo stato dell’arte del lavoro intrapreso con l’obiettivo di ottenere in tempi brevi un clone certificato di Malvasia puntinata.

Liberamente tratto dal testo pubblicato sul sito del Consorzio del Frascati docLiberamente tratto dal testo pubblicato sul sito del Consorzio del Frascati doc