I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Politica Grottaferrata, nota a ilmamilio.it di Bosso, Cocco e Pompili. Ma il bavaglio la nostra testata non se lo fa mettere

GROTTAFERRATA (politica) - In replica al nostro articolo di ieri

ilmamilio.it

Dai capigruppo di maggioranza, Marco Bosso, Alessandro Cocco e Federico Pompili, riceviamo e pubblichiamo.

"All'attenzione del direttore de ilmamilio.it.

Leggiamo con non poca sorpresa l’articolo pubblicato sulla vostra testata in data 2 luglio 2019, relativo alla riunione della maggioranza politica alla guida del Comune di Grottaferrata tenutasi nella serata di lunedì 1 luglio.

LEGGI Grottaferrata: impasse maggioranza, tra l'eterno dopo Di Bernardo e Cocco il plenipotenziario

consorzio ro.ma

Nell’articolo si fanno riferimenti talora imprecisi e talora impropri a questioni chiaramente di natura pubblica ma trattate, in questa fase preliminare, con i criteri della riservatezza che dovrebbero essere tra le prerogative, assieme al dibattito libero e franco, di una coalizione composta dai rappresentanti di forze politiche – nel nostro caso liste civiche – alleate e leali tra di loro.

La lealtà è quel vincolo che si misura anzitutto con il quantitativo di rispetto della libertà altrui che si è pronti a mettere sul tavolo soprattutto nei momenti più delicati. Nello specifico parliamo della assoluta libertà e liceità di ciascun componente – addirittura utile al dibattito sano - di esprimere ogni posizione, perplessità, dubbio, valutazione intermedia, né definitiva né ultimativa, nei riguardi di chicchessia ma mirata all’individuazione di soluzioni il più possibile sagge e condivise sia in ambito politico sia in ambito amministrativo.

In particolare nessuno tra i sottoscritti capigruppo ha mai inteso mettere in discussione l’operato e la tempistica delle scelte del sindaco Luciano Andreotti al quale ribadiamo l’assoluta fiducia non in quanto “fedelissimi” ma in quanto convinti sostenitori di un programma elettorale che probabilmente altri stanno mettendo in dubbio.

Il chiarimento politico con due consiglieri eletti in forze alla maggioranza vincitrice delle elezioni è certamente elemento di dibattito al quale si deve però giungere nei modi più consoni e propri della corretta dialettica politica.

Altresì continuare a sussurrare a un organo di stampa – sempre lo stesso - mezze frasi, condite di valutazioni discutibili e conclusioni addirittura colorite che lasciano sinceramente basiti, mette in discussione - ci permettiamo – anche la qualità e la credibilità dell’intero articolo e di chi se ne fa estensore, in quanto potrebbe sembrare più che altro il tentativo, anche questo antico, artefatto e nemmeno troppo nascosto, di mettere zizzania o buttare benzina su un fuoco di cui il dibattito politico e amministrativo di Grottaferrata non ha davvero il minimo bisogno.

danilo boxe

Sarebbe gradevole, da ultimo, se anche la stampa – trattandosi di uno degli elementi vitali nell’elevare o abbassare il livello del dibattito pubblico – non alimentasse polemiche fatue, e correttamente, assieme ai sentito dire, iniziasse a citare anche le fonti, ma soprattutto contattasse, prima di riportare discussioni svolte in riunioni private (oltretutto spesso travisate) le persone citate per riscontrarne la veridicità delle fonti stesse evitando lesioni all'immagine dei soggetti coinvolti.

Ringraziandola per l’attenzione, porgiamo saluti cordiali".

***

Risposta del direttore: Resto basito da questa nota il cui unico scopo, mille altre volte andato a vuoto, è quello di voler mettere un bavaglio a ilmamilio.it.

Bavaglio che né i 3 capigruppo di maggioranza né altri potranno mettere alla libertà di analisi, di cronaca e di ascolto politico che da sempre la testata che ho l'onore di dirigere compie quotidianamente.

Basito dai termini e dalle circostanze riportate come se i 3 capigruppo ignorassero i rapporti e le dinamiche che legano, da sempre, l'informazione politica ai protagonisti della scena politica.

Ogni altra considerazione, appare ampiamente vana".

 

                                                                                                        

 

Commenti   

0 #2 grottaferratamia 2019-07-03 23:33
ps. Popolo, il mamilio rappresenta il quarto potere che informa, critica, evidenzia, attacca, ricorda, ammicca, bastona, racconta, giorno dopo giorno, notizia dopo notizia. Senza quarto potere ci sarebbe il piattume del pensiero-regime.
Citazione
0 #1 grottaferratamia 2019-07-03 23:17
curiosa la frase: "In particolare nessuno tra i sottoscritti capigruppo ha mai inteso mettere in discussione l’operato e la tempistica delle scelte del sindaco Luciano Andreotti al quale ribadiamo l’assoluta fiducia"
.....per la serie: "excusatio non petita accusatio manifesta"
Citazione