I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Progetto ‘Lago Sicuro’: primi interventi e controlli nei bacini lacustri dei Castelli Romani

CASTEL GANDOLFO (attualità) – Almeno tre i soccorsi del primo weekend

ilmamilio.it

Buona la prima per il progetto Lago Sicuro a Castel Gandolfo. Nel fine settimana appena trascorso la Società Nazionale di Salvataggio con la moto d’acqua del laboratorio nautico Giaro di Roma ha perlustrato e attenzionato il il bacino nel corso delle giornate dalle 9 del mattino alle 19.30 del pomeriggio.

190620 sfaccendati

Effettuati già i primi soccorsi per un velista a cui si era ribaltata la barca, per una ragazza andata in affaticamento dopo una nuotata e per il ritrovamento di due giovani che si erano allontanati dalle loro famiglie.

Si replica nei prossimi weekend. In acqua il mezzo condotto da Roberto Giaro con a bordo l’operatore specializzato per i salvataggi in acqua. I soccorritori e i gestori degli stabilimenti del posto sono costantemente collegati con la polizia locale e i carabinieri che gestiscono le attività di intervento.

Il progetto ‘Lago sicuro’ era stato presentato dai sindaci di Nemi, Alberto Bertucci e Milvia Monachesi di Castel Gandolfo per la sicurezza dei due bacini lacustri dei Castelli Romani.

LEGGI "Laghi sicuri, Albano e Nemi saranno sorvegliati e protetti". Il progetto mette insieme le istituzioni

danilo boxe

consorzio ro.ma